Ormai è divenuto così “normale” da apparire quasi tollerabile, tuttavia il fenomeno dei furgoni disposti sull’area inibita al transito e al traffico veicolare di Corso Roma, continuano a suscitare l’irritazione dei cittadini. Siano essi semplici residenti o esercenti operanti a bordo dell’area, molti paolani stanno iniziando a considerare insopportabile la “tolleranza” con cui agli ambulanti saltuari viene concesso un privilegio che per tutta la settimana è resta un tabù per chi, in quell’area, ha il proprio domicilio o gestisce un’attività.

mercato-01Come è stato possibile documentare anche stamane, lo sconfinamento di coloro che – probabilmente – senza il “ripostiglio” mobile rappresentato dal proprio automezzo avrebbero difficoltà ad allestire la propria bancarella, è divenuto una prassi contro cui nulla sembra essere stato posto in essere.

Nonostante la predisposizione del mercato domenicale nel centro cittadino abbia delle regole che sono costate mesi di studio negli uffici e per i delegati che si occupano di urbanistica e commercio, ogni fine settimana spunta un nuovo accadimento che le mette in discussione. Indice probabile del fatto che la disposizione delle bancarelle – così com’è – non basta a soddisfare le esigenze di chi vende, allo stato attuale questa forma di commercio non rispecchia i crismi con i quali era stata presentata.

All’epoca in cui venne predisposto il “ritorno” del mercato dall’area di Via Pantani a quella individuata tra le vie del centro, l’intenzione degli amministratori s’era palesata nell’urgenza di predisporre un allestimento in grado di far gravitare il più ampio numero possibile di utenti nei pressi di una zona che stava annacquandosi nella depressione.

mercato-02Tuttavia, la mancata sorveglianza dei minimi criteri di posizionamento, ha fatto si che le vetrine dei negozianti a postazione fissa presenti su Corso Roma, vengano costantemente “occluse” dai parcheggi che gli ambulanti sono indotti a compiere per posizionare al meglio le proprie bancarelle.

La soluzione individuata appare pertanto un ulteriore problema, perché – tra l’altro – gli articoli messi in vendita da questi ultimi sono compatibili a quelli messi in mostra nei negozi, solo che per quanto riguarda la merce delle bancarelle i prezzi sono molto inferiori e l’originalità di ogni capo è probabilmente da verificare. Ai tempi della presentazione s’era ventilata la possibilità che su Corso Roma venissero messi in vendita generi alimentari contraddistinti dal carattere della tipicità locale, ma facendo un giro tra i banchi telonati presenti ci si rende conto che a quest’intenzione non è stato dato seguito. I venditori presenti sono infatti ascrivibili al comparto dell’abbigliamento e degli accessori per la persona, articoli che sono compatibili a quelli delle poche attività superstiti incastonate nei locali dall’oneroso fitto ubicati sull’isola pedonale.

Forse una soluzione potrebbe consistere nell’ampliamento di qualche settore di Rione Giacontesi, tale da consentire agli ambulanti dai rami di “vestiario” e “chincaglierie” di poter esporre i propri concorrenziali prodotti in un’area meno intasata di rivendite al dettaglio di mercanzia compatibile.

sette-canali-01Magari in questo modo si potrebbe anche evitare l’antipatico fenomeno del “parcheggio selvaggio”.

Per quanto concerne Largo Sette Canali invece, dopo il recentissimo raid vandalico messo in atto da qualche scriteriato incivile, anche la natura sembra aver calcato la mano. Stamane infatti, dopo lo sferzante scirocco dei giorni scorsi e dopo l’abbondante piovuta di questa notte – che perdura attualmente – buona parte dell’arredamento vegetale posto a corredo della struttura messa in piedi, è stato “disperso” sull’area che dovrebbe essere di pertinenza dell’arena semovente su cui s’allestiscono gli spettacoli organizzati dalla Commissione per il VI Centenario dalla nascita di San Francesco. Siamo a due giorni dall’estate, la speranza è il rigore invernale non faccia danni maggiori.

 

 

 

 

Paola – Il mercato domenicale continua ad essere “invadente” ultima modifica: 2016-06-19T12:51:59+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.