dissesto comune paola

Paola – Le cifre del dissesto non convincono gli “alternativi” a Ferrari

Nota diramata dalla Coalizione di Salute Pubblica (candidato a sindaco: Roberto Perrotta)

Gli ammalati di poltronite acuta proseguendo con la bugia, cercando di screditare e diffamare, continuando a prendere in giro i paolani.

A Paola per colpa dei ferrariani è stato dichiarato un primo dissesto farlocco di 32 milioni di debiti, bocciato sia dal Tar sia dal Consiglio di Stato.

Essendo solo una strategia per colpire l’ex Sindaco, a bocciatura incassata hanno perseverato, riproponendo un dissesto di 18 milioni, evitando, con un misto di furbizia ed ignoranza in materia, il percorso suggerito dalla legge Salva Comuni e Salva imprese.

Quanto detto è stato deliberato e inviato al Ministero e di conseguenza è stata insediata una commissione liquidatrice. L’organismo straordinario ha invitato tutti i creditori a presentare domanda di pagamento delle proprie spettanze e, alla scadenza, sono arrivate domande di pagamento per 21 milioni circa, di cui 3 milioni sono stati scartati perché presentati due e addirittura tre volte o perché non avevano i requisiti minimi della certezza del debito.

La commissione straordinaria di liquidazione ha poi richiesto e ottenuto un mutuo con lo Stato pari al 50% del debito, ovvero euro 9.242.000 circa al tasso agevolato del 2,90%, da pagare fino al 2034 con una rata di 522.000 euro/anno. Questo vuol dire che il debito del comune di Paola fino al 2011 è di 18.484.00 euro. Questa è una cifra certa e indiscutibile.

La commissione straordinaria di liquidazione ha altresì accertato crediti del comune di Paola per 12.444.000 euro dovute a tasse e oneri non pagati. Quindi 18.484.000 di debiti, meno 12.444.000 di crediti, l’Ente si è assestato a 6.040.000 di debiti che potevano essere coperti con i decreti Monti, salva comuni e salva imprese.

Piccola riflessione: lasciando stare i debiti del nubifragio ed altri imprevisti, questa cifra di debito rientra tra le migliori in Italia nella gestione dei comuni in quanto i finanziamenti statali sono drasticamente diminuiti e gli altri Enti sono per la stragrande maggioranza indebitati all’inverosimile.

Aggiungiamo che, a oggi, la Commissione straordinaria di liquidazione ha incassato euro 1.166.900 dei 12.444.000 di euro dei crediti del Comune di Paola accertati dalla stessa Csl.

Oggi ci fermiamo qui, rimandando i nostri concittadini alla prossima puntata sui debiti contratti dal 2012 a oggi e poi informeremo la città su alcune curiosità che sono costate e costeranno care ed amare ai paolani.

A chi è abbarbicato alla poltrona lasciamo il vezzo dell’imbroglio: 27 milioni di debiti inesistenti e ci permettiamo di suggerire il miglior oculista per guardare bene le carte o un confronto con i propri cari i, quali, su otto anni di sindacatura Perrotta, hanno partecipato alla gestione delle finanze del comune in modo diretto.

About Redazione

Check Also

IL BAVAGLIO

tra pochi giorni si vota per le elezioni europee,mai come in questo momento è importante,che …

Rispondi