frana ospedale paola

Paola – Consegnati i Lavori per sanare la collina franata sotto l’Ospedale

Dopo aver riaperto la strada che costeggia il crinale franato della collina su cui si erge l’ospedale San Francesco di Paola, l’amministrazione comunale ha proceduto alla consegna dei lavori volti alla messa in sicurezza e al ripristino definitivo dello stato dei luoghi.

In dieci mesi, dall’atto dell’insediamento del sindaco Roberto Perrotta, l’esecutivo – incarnato dall’assessore ai Lavori Pubblici, Emilio Mantuano – è riuscito a rimettere in moto un iter pericolosamente arenato all’approvazione del progetto preliminare.

Dopo aver ottenuto tutti i pareri richiesti, tra i quali il nulla osta degli organi territorialmente competenti alla verifica delle credenziali della ditta (comunque inserita nella “white list” relativa alle imprese che si occupano di lavori di questo tipo), la procedura necessaria all’avvio dei lavori si è conclusa con esito positivo.

Imprimendo un’accelerazione figlia degli impegni assunti in campagna elettorale, l’amministrazione ha quindi consegnato la responsabilità del cantiere alla “Colgema Group Srl” di Vallata (AV), che a partire da ieri ha sei mesi di tempo per il dare “ultimati i lavori”, periodo stabilito dal Cronoprogramma e dal contratto che stima in 180 giorni naturali e consecutivi (quindi entro il 16 novembre prossimo) la conclusione dell’intervento.

La società appaltatrice adesso ha una settimana per redigere il piano di emergenza, lasciandone sempre copia in cantiere, mentre la direzione dei lavori ha aggiornato il Piano di Sicurezza con le lavorazioni disposte per somma urgenza, mediante ordinanza del sindaco Perrotta, in prossimità dei Solenni Festeggiamenti tenuti in città dal primo al quattro maggio scorso.

Per gli “Interventi di risanamento idrogeologico della collina Ospedale San Francesco di Paola“, il Commissario Straordinario ha approvato un finanziamento statale di 2.095.366 euro, che – per ciò che concerne il “netto” dei lavori – prevede l’importo contrattuale di 1.135.245,44 euro da destinare alla ditta.

Gli interventi di risanamento idrogeologico previsti verteranno sul monitoraggio costante della frana e del sito, agendo su quattro ambiti differenti: opera di monte, opera di valle, sistemazione del versante e opere idrauliche.

Riepilogando i rapidi passi compiuti dall’amministrazione, bisogna risalire al Luglio dello scorso anno (quindi nell’immediatezza dell’elezione avvenuta il 26 giugno), quando si sono tenuti gli incontri con il commissario di Governo e l’autorità di bacino regionale che, già dopo un mese, ha offerto il parere da cui è stato possibile concludere l’iter preliminare e dare avvio al progetto definitivo ed esecutivo, approvati entrambi entro i termini di legge (vale a dire la seconda decade di ottobre dell’anno scorso).

Il risultato raggiunto è quindi vicario dell’impegno profuso dall’amministrazione, dal primo giorno d’insediamento tesa a risolvere una problematica che, oltre a creare notevoli disagi e aggravi di costi per la cittadinanza (“costretta” a lunghi percorsi d’aggiramento dell’occlusione), influiva negativamente sull’immagine stessa dell’ospedale cittadino, non consentendo un’adeguata difesa del presidio che, da l’altro ieri, ha un argomento in meno a favore dei detrattori.

About Redazione

Check Also

isidoro gentili

Paola – Serata astronomica per i ragazzi dell’IC Isidoro Gentili

Nella serata di venerdì  26 gennaio, presso il piazzale  del Santuario di San Francesco  di …

Rispondi