Seguendo le indiscrezioni che, copiosamente, stanno filtrando ultimamente a mezzo stampa, per l’amministrazione comunale di Paola sembra essere iniziato il periodo delle “grandi manovre”.

L’appuntamento elettorale con le consultazioni regionali, sta imprimendo una vigorosa accelerata alla “road map” stilata in occasione della vittoria amministrativa del 2017, quando gli accordi tra le liste componenti la “Coalizione di Salute Pubblica” hanno sancito un’alleanza che tuttora regna incontrastata tra le pareti del Sant’Agostino.

Gli equilibri interni, sorti dopo i vari posizionamenti sanciti dalle urne, non sono stati raggiunti in seguito allo scorrimento dei voti, bensì sono stati frutto del buon senso e della disponibilità delle varie componenti, che hanno accettato ogni decisione basandosi sulla condivisione degli obiettivi da raggiungere.

Si spiega così, ad esempio, la presenza in giunta dell’avvocato Francesco De Cesare, il quale – pur provenendo dal gruppo giunto in coda a tutte le liste, vale a dire l’Italia del Meridione di Orlandino Greco e Francesco Aloia – ha sinora rappresentato il braccio operativo dell’esecutivo per ciò che riguarda la “Politica del Territorio e Contenzioso”.

Scelto per la sua competenza in materia, grazie alle scelte operate dal suo assessorato sono stati raggiunti importanti traguardi – ad esempio – sul fronte dell’urbanistica, che con la prossima e definitiva approvazione del Piano Strutturale Comunale, potrà finalmente svincolarsi da una situazione di impasse che perdura dai tempi dell’annullamento sancito dalla precedente amministrazione comunale guidata dal centrodestra.

Nell’ottica di un fisiologico turnover, sarebbe proprio il delegato IdM a lasciare il posto a qualche referente delle liste rimaste sinora ai margini dell’esecutivo, tra le quali “Un’Idea per la Città” del consigliere Francesco Sorace e il “Centro Democratico” del capogruppo José Grupillo.

A questo punto potrebbe darsi che l’Italia del Meridione, in consiglio sempre attiva nelle azioni di Francesco Aloia, avrà in cambio una contropartita “tecnica” che, oltre a garantire la presidenza della Commissione per il V Centenario della Canonizzazione di San Francesco di Paola e la delega ai rapporti con il Santuario, potrebbe essere estesa ad un ruolo addirittura più prestigioso di un assessorato.

Si da infatti il caso che gli ultimi movimenti politici avvenuti in seno alla maggioranza, non abbiano escluso un passo indietro dell’attuale presidente del consiglio Graziano Di Natale che, in predicato di una candidatura per le elezioni regionali, potrebbe addirittura rimettere il suo incarico in seno all’aula “Lo Giudice”, disponendosi anche al sacrificio dell’assessore Francesco Città.

In questo caso, oltre allo scranno della presidenza, si libererebbe – posto che davvero De Cesare possa farsi da parte dopo l’approvazione del PSC – un ulteriore posto in giunta, tale da consentire proprio a Grupillo e Sorace di presentare nomi “nuovi” da affiancare a Marianna Saragò, Emilio Mantuano e Tonino Cassano, al momento artefici di azioni amministrative di tutto rilievo.

Tuttavia, considerando la vicinanza che qualche componente della coalizione ha manifestato verso movimenti politici distanti dalla collocazione regionale di Graziano Di Natale, è probabile che la quadratura del cerchio risulti più difficile di come appare, e forse saranno necessarie ulteriori riunioni per stabilire un eventuale percorso comunitario di una maggioranza ultimamente “scossa” da casi come quello di Cozzo Cervello, dove la compattezza è stata messa a dura prova dalle decisioni assunte.

Nel frattempo è dato molto probabile un impegno regionale anche del consigliere Giovanni Politano, vicinissimo al ministro Speranza di “Articolo 1”, quindi potenziale concorrente proprio dell’alfiere locale del PD, il quale potrebbe non contare anche dell’appoggio di Stefania Mirafiori (regionalmente vicina all’ex generale Giuseppe Graziano) e dello stesso Francesco Aloia (legatissimo a Orlandino Greco), mentre il gruppo dei socialisti sarebbe compatto sulla disponibilità al supporto sinora garantita dal sindaco Roberto Perrotta.

Di Natale resta alla guida del Consiglio, ma in giunta c’è odor di turnover ultima modifica: 2019-11-02T11:43:30+01:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.