festa della birra paola paulaner

Paola – Video – Nella strana “estate covid” si brinda in Piazza con Paulaner

Sebbene condizionata da problemi di carattere ancestrale, come – ad esempio – la continua carenza idrica, anche l’estate 2020 di Paola sta trascorrendo nel segno della novità, rappresentata da tutte le questioni legate alla pandemia dovuta al covid-19.

http://adissmultiservice.it/

Distanziamento, assembramento, mascherina sempre appresso, messa in atto di accorgimenti funzionali a contenere potenziali rischi, sono solo alcuni degli aspetti con cui ognuno si sta trovando a fare i conti.

Considerando che lo stato d’emergenza è stato prolungato fino al prossimo ottobre (inoltrato), è chiaro che sia ancora in corso un momento di sospensione, nel quale – come fu già all’epoca del lockdown – è emersa prepotente la necessità di fare rete, di creare rapporti diversi rispetto a quelli acquisiti fino a prima della diffusione del virus.

Ed è così che si è instaurato un nuovo approccio, ad esempio, tra istituzioni e cittadini, con le prime ad aver bisogno dei secondi e viceversa, in una scala di priorità che ha messo al primo posto la salvaguardia reciproca.

Anche a Paola, dove non si contano le opere di bene compiute da privati e associazioni, uno degli effetti scaturiti – a partire dallo scorso marzo – ha riguardato il nuovo assetto sorto dalla collaborazione tra il Comune e l’imprenditoria locale, con i commercianti che hanno dato prova di grande spirito di iniziativa e di organizzazione.

Ad esempio, col patrocinio del Sant’Agostino, si è aperto – ieri sera – il programma predisposto da Marcello Lamberti e Rosalia Romagno, rispettivamente vice presidente nazionale dell’API (Associazione Pizzaioli Italiani) e titolare dell’Happy Days. Nei pressi del locale, posto all’innesto di Via Nazionale e Piazza IV Novembre, un allestimento di tavolini con sedie e panche, ha fatto da cornice all’esibizione di gruppi musicali e artisti di strada, i quali hanno dato il via alla due giorni della “Festa della Birra Paulaner”, iniziativa che si ripropone dall’anno scorso e che vede il celebre marchio tedesco protagonista assoluto, nel solco di una storia che racconta di un’origine legata all’opera di un monaco “minimo”.

Oltre alle gustose preparazioni della cucina, il servizio ai tavoli è stato condotto in modo talmente coinvolgente da essersi tramutato, spesso, in momenti da cristallizzare nelle foto di gruppo, col personale protagonista di veri e propri siparietti, appaiati allo spettacolo degli artisti. La musica, affidata all’esibizione del gruppo “Skalo ‘76”, a qualcuno ha anche ispirato il ballo, rendendo gradevole l’immagine di una Piazza IV Novembre finalmente avvolta nella ruota di una gonna danzante, e non più “deserta” come fu al tempo dell’aggressione del covid. Malgrado le mascherine, gli occhi dei presenti sono apparsi divertiti, addirittura sorpresi quando è giunto il momento dell’esibizione dei ballerini brasiliani, veri e propri mattatori con numeri di samba e giochi con il fuoco.

Una festa che si replicherà stasera, nell’ambito di un programma più vasto che si concluderà – almeno per l’Happy Days – il 26 di agosto.

Di seguito un breve video della serata di ieri, davvero un bel modo per dire “Ricominciamo” (e stasera si replica con la musica live, i balli latinoamericani e l’animazione dei Winston Vega).

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

roberto perrotta

Paola – A furia di strattoni la giacca di Perrotta è un «cencio» (Falbiani dixit)

Riapertura (ritardata a Paola) dell’anno scolastico: impietosa analisi dei componenti di “Progetto Democratico”, compagine elettorale …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: