alessio samà

Paola – La brutta circostanza porta a na mala adunanza?

È inutile girarci intorno, sulla “nuova era” di Giovanni Politano – ad oggi – non brilla una buona stella.

In credito con la sorte già all’atto del suo insediamento, con un bilancio strutturalmente deficitario ereditato dalla precedente gestione (di cui, comunque, è stato essenza vitale – almeno formalmente – fino all’ultimo giorno), il primo cittadino eletto sulle note di Jovanotti si è da subito trovato ad avere a che fare con una serie di patate bollenti degne di una sceneggiatura di Fantozzi.

Dal raddoppio del tunnel Santomarco al ridimensionamento, paventato, dell’ospedale San Francesco, passando per guazzabugli nell’invio dei tributi, tormenti per l’inefficacia di alcune tariffe, spasmi relativi alla situazione di cassa, malumori per un “Quattro Maggio” al di sotto delle attese, litigi tra funzionari e dirigenti dell’ente che hanno coinvolto persino l’Autorità Nazionale Anti Corruzione (e chi più ne ha ne metta), l’escalation di avvenimenti avversi è giunta oggi a culminare nell’indagine, a piede libero, su un elemento di punta della maggioranza che regge le sorti del comune.

Iscritto nel registro dell’operazione volta a smantellare una deleteria attività sul territorio, messa in atto da una presunta organizzazione di cui molti esponenti sono stati colpiti da provvedimenti cautelari, il consigliere comunale Alessio Samà – eletto nella lista “Insieme!”, direttamente collegata al sindaco Politano, con 103 voti – figura come indagato per l’attività svolta, in qualità di assessore, nel corso della precedente esperienza amministrativa (quella iniziata nel 2017 con le insegne della “Salute Pubblica”, che dopo vari rimpasti è finita nel 2022 con il marchio del “Deficit Strutturale di Bilancio”).

La circostanza in questione, massimo picco di malasorte sinora registrato dopo le amministrative dello scorso giugno, rappresenta un vero e proprio squarcio nello scafo della coalizione al governo della città, una falla che – per quanto sia doveroso attendere lo sviluppo delle indagini e degli eventuali procedimenti che potrebbero scaturire – rischia di comportare enormi sacrifici per poter essere riparata.

Ci sarà forse da fare a meno di qualche albero maestro, perché nell’immediato occorre avere assi da inchiodare sotto la chiglia, e – a meno di qualche palo gialloblu delle recenti luminarie – di legna nella stiva non ce n’è a disposizione (solo qualche ricambio meno robusto).

È una questione di opportunità e di credibilità, di garanzia anche per lo stesso consigliere che, già accusato di rappresentare un’anomalia nel corso della passata campagna elettorale, trascorsa a supporto di Giovanni Politano nel mentre faceva l’assessore col sindaco (ricandidato) uscente, rischia adesso di diventare il fianco esposto dell’intera maggioranza, nella quale comunque figurano anche elementi legati da parentela con soggetti implicati nell’operazione disposta dal Procuratore Antimafia Nicola Gratteri, occorrenze che vanno comunque tenute presenti in prospettiva di un eventuale assestamento dell’inchiesta in corso.

Sempre ammesso che si consideri l’entità del fragore di quelle pale d’elicottero che, insieme alle sirene delle gazzelle, qualche giorno fa ha attraversato la città di prima mattina (e che non è da escludersi possa costituire solo l’atto di apertura di una sinfonia più articolata).

La prossima adunanza consiliare di Paola, già difficile perché parte da premesse poco rassicuranti sul fronte economico, potrebbe rappresentare il banco di prova più duro affrontato sinora dalla coalizione di governo, il confronto più aspro e probante per capire la consistenza della “nuova era”, confidando nella resilienza dell’aggettivo “nuova” (perché “era” sembra già, inteso come verbo).

About Francesco Frangella

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

Paola – Incidente alla Marina: auto si ribalta vicino ai “Tre Ponti”

Poco fa, lungo la carreggiata con senso unico a salire nei pressi della rotonda dei …

Rispondi