Quella che fino a stamane sembrava una notizia “fake” (letteralmente “falsa”), ordita per generare un virale fenomeno di condivisione sui social network, è un’informazione che sta acquisendo credibilità crescente man mano che passano le ore. Anche le agenzie di stampa hanno iniziato a battere la notizia secondo cui, a Corigliano Calabro, un dipendente comunale sarebbe stato sorpreso da un collega nell’atto far sesso con un cane.

I fatti: non essendone state rese note le generalità, ma soltanto l’occorrenza relativa all’occupazione comunale, la notizia si articola secondo un canovaccio ricostruito e attualmente al vaglio dell’autorità inquirente. Sembrerebbe (ed il condizionale è d’obbligo) che un dipendente del Comune di Corigliano Calabro abbia sorpreso un collega intento ad avere un rapporto sessuale con un cane. Non avendo denunciato il fatto, il macabro evento è passato di bocca in bocca attraverso il “pettegolezzo” che, giunto all’orecchio del Vice Sindaco Francesco Oranges, sarebbe divenuto “denuncia”. Se le cose dovessero essere confermate, per il violentatore si prefigura l’accusa di maltrattamento nei confronti degli animali, per cui sono previste pene che vanno dalla reclusione (da 3 mesi a 1 anno) alla sanzione pecuniaria con la multa da 3.000 a 15.000 euro.

Sesso con un cane. Dipendente comunale rischia grosso ultima modifica: 2014-05-16T18:50:03+02:00 da Redazione
Redazione

About