Come già anticipato nell’aggiornamento precedente, il porto di Amantea è stato sequestrato per l’arbitraria occupazione «di suolo demaniale marittimo mediante la struttura […] consentendo di trarre un ingiusto profitto e vantaggio patrimoniale a danno dell’erario». Ingiusto profitto per qualcuno e danno erariale per tutti quindi.
Coloro che sono stati iscritti nel registro degli indagati apparterrebbero, a vario titolo, ad un sistema nel quale la gestione del Porto avrebbe dovuto esser garantita da parte di una cooperativa che avrebbe dovuto occuparsi anche delle procedure di collaudo necessarie all’ottenimento della concessione demaniale marittima, propedeutica al normale espletamento delle modalità di pagamento dei canoni.

Se la contestazione che ha portato al sequestro del porto di Amantea risiede nell’occupazione “abusiva”, vuol dire che nessuna delle procedure sopra descritte è stata rispettata. Per questa ragione l’ammontare del danno erariale è stato calcolato in una cifra che sfiora i 3 milioni di euro, ed è per questo che nel computo del registro risultano indagati i commissari prefettizi ed il capo dell’Ufficio tecnico. Perché la struttura portuale (dopo essere stata sequestrata nell’ambito dell’operazione Nepetia) è stata riaperta proprio dai Commissari prefettizi  che l’hanno data in gestione ad una cooperativa incaricata dal Comune che, nelle casse dell’Ente avrebbe versato meno di un decimo delle cifre calcolate (200.000 € a fronte di 3 milioni).

Gli introiti per il Comune, grazie a questa operazione, sarebbero dovuti consistere in circa 300.000 euro all’anno da impiegarsi per la gestione e per le attività di dragaggio perché – comunque – il traffico interno al porto di Amantea è di tutto rispetto.

Il destino a cui andranno in contro i natanti ormeggiati presso le banchine visibili anche dalla SS18,  adesso è nelle mani degli stessi proprietari che, in 15 giorni, dovranno rimuoverli se non vogliono incorrere nella rimozione coatta predisposta dalla Procura che in due settimane ha previsto la chiusura definitiva del porticciolo di cui sono state sequestrate anche le costruzioni in legno posate lungo il molo.

[APPROFONDIMENTO] Porto di Amantea, spuntano le cifre ultima modifica: 2014-06-23T19:38:56+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.