Come scritto nei giorni scorsi, l’associazione di associazioni “Paola Insieme”, sta dando lustro ad un’estate che – se fosse dipeso soltanto dagli amministratori comunali – sarebbe stata altrimenti spoglia di eventi.

Anche l’altro ieri sera, per l’ennesimo anno consecutivo, la sfilata dei carri allegorici per l’ormai tradizionale Carnevale Estivo, ha attirato molte persone lungo le vie del centro cittadino, determinando un successo che si è riflesso anche negli incassi delle attività lambite dall’iniziativa.

Tanti privati, infatti, hanno aderito alla stesura del cartellone comparendo, in qualità di sponsor, sul manifesto ufficiale predisposto per questa stagione. Il tutto perché, occasioni come questa, favoriscono la presenza delle persone ed invogliano il take away (nel gergo dei ristoratori, letteralmente, l’acquisto del “cibo da asporto”) o, più semplicemente, lo shopping serale.

Tuttavia, considerando come sono andate le cose domenica sera sul lungomare, c’è qualcuno che potrebbe iniziare a pensare che a Paola esistono zone di serie A e altre di una categoria diversa.

Questo perché il vituperato camminamento che costeggia la riva paolana, è stato escluso da gran parte del programma estivo, e gli eventi organizzati per questa stagione – oltre a doversi contare sulle dita di una sola mano – sono stati allestiti tutti nella sola porzione nord.

Funestata da una pioggia che ne ha ritardato l’avvio, anche la sfilata dei carri allegorici non è stata risparmiata da questa sorta di politica ostracistica verso tutto ciò che è sito a meridione dello spartitraffico iniziale del Lungomare di Paola.

Indipendente dalla volontà degli organizzatori, la viabilità predisposta per il passaggio dei carri allegorici è stata appannaggio delle forze di polizia municipale, direttamente subordinate alle disposizioni dell’esecutivo amministrante.

Adducendo – pare – motivazioni legate alla sicurezza, la porzione che lambisce l’intera area un tempo deturpata dall’ignobile reticolato di un porto immaginario, è stata riservata al parcheggio di coloro che avrebbero dovuto assistere all’estemporanea manifestazione carnevalesca.

Considerando il calo di presenze causato dalla pioggia, il tratto di lungomare in questione appariva così deserto e oscurato al punto da aver ispirato un ambulante a dire: «Una cosa così, da Tortora a Campora, non l’avevo mai vista».

Per la cronaca: stasera sarebbe stata organizzata una manifestazione “schiumosa” nei pressi della rotonda nota come “lato San Lucido”, quindi sulla porzione meridionale del Lungomare di Paola potrebbe essere allestito un evento. Il condizionale, considerando le condizioni metereologiche incerte, è d’obbligo.

Lungomare di Paola: «Una cosa così, non l’avevo mai vista» ultima modifica: 2015-08-19T19:10:24+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.