Ha avuto inizio ieri 9 ottobre a Cosenza la IX edizione del festival del fumetto Le Strade del Paesaggio, che durerà fino al 25 ottobre, e che fin dalla sua apertura ha visto come protagonista anche Moda Movie, il concorso che premia i talenti in campo della moda e del cinema.

Fra le circa sessanta tavole che compongono la mostra Le stanze del desiderio, inaugurata ieri mattina negli spazi del Museo delle Arti e dei Mestieri e inserita nel ricco programma del IX festival del fumetto “Le strade del Paesaggio”, infatti, fra i disegni a china e gli acquerelli, i visitatori dell’antologica di Milo Manara hanno potuto notare e apprezzare anche gli abiti delle fashion designers calabresi Francesca Maccarone e Gabriella Santelli. Queste ultime, accolto l’invito di Moda Movie, hanno creato e realizzato ciascuna due modelli ispirati alle opere del noto fumettista italiano, indossati dalle modelle Selene Falcone, Federica Florio, Asia Martinelli e Selena Donnici.

Manara e Paola Orrico con stiliste e modelle. Foto: Francesco Farina

Manara e Paola Orrico con stiliste e modelle.
Foto: Francesco Farina

Francesca Maccarone, 22 anni, di Briatico (VV), iscritta all’Accademia di Moda New Style di Cosenza, è costumista del musical La Bella e la Bestia e finalista al concorso Effetto Moda in Sicilia. «Le donne di Manara hanno uno spirito avventuroso, osano sulla loro pelle» dice Francesca. «Le mie avventuriere solcano i mari come esperti pirati ma alla conquista di cuori da collezionare, con gonne al vento e forti cinturoni sui fianchi. O le sensualissime squaw che scoccano frecce d’amore proibito e selvaggio avvolte da suede tatuata e graffiata come la pelle scaldata dal sole».

Gabriella Santelli, 22 anni, di Cerisano, anche lei studentessa dell’Accademia di Moda New Style, si è classificata al primo posto al concorso “Bride&Fashion”. Ha ottenuto il 2° posto al concorso “SMAC Fashion Award” Salerno ed è stata finalista ai concorsi ModaMovie 2015 ed Effetto Moda in Sicilia. «Come il diavolo e l’acqua santa Milo Manara esalta e mette in contrasto le due anime della sensualità femminile» racconta Gabriella. «Anch’io ho voluto catturare quest’aspetto provocatorio, esaltando in un abito l’aspetto angelico con tessuti calor pastello e decorazione pittorica a mo’ di schizzo della sua famosa “Miele”. Nell’altro, utilizzando materiali bondage uniti a tessuti come la pelle e lo chiffon, ho voluto esaltare invece la donna mefistofelica».

In compagnia di Sante Orrico, direttore artistico di Moda Movie, e di sua figlia Paola, project manager, le due stiliste sono state felicissime di partecipare ad un evento che s’inserisce a pieno titolo fra i più interessanti nel panorama nazionale.

E il Maestro Manara non si è sottratto agli scatti con modelle e stiliste e con gli organizzatori di Moda Movie, il concorso dell’associazione culturale Creazione e Immagine che da vent’anni promuove e premia l’estro creativo,nella moda, nel cinema e nell’arte.

Cosenza. Quando la moda incontra il fumetto ultima modifica: 2015-10-10T20:25:09+02:00 da Asmara Bassetti