servizio idrico paola

Servizio Idrico Paola – Tariffe alle stelle, potabilità dubbia [VIDEO e Tabelle ASP]

Non sarebbe potuta andare diversamente la conferenza stampa, tenuta nella mattinata di ieri dal consigliere provinciale Graziano Di Natale, riguardo le lettura delle analisi effettuate dall’Asp sul servizio idrico Paola nella giornata dello scorso 4 dicembre. Non si sarebbe potuto parlare d’altro che di una sostanziale e presunta menzogna, propinata alla città dal sindaco Ferrari, in occasione del ripristino “perfetto” della potabilità dell’acqua cittadina. È naturale, un atteggiamento opposto avrebbe suscitato clamore, perché sarebbe stato inammissibile tacere dinnanzi ai valori comunicati nel corso dell’incontro. Sarebbe stato illogico non lanciare un allarme che a Paola cova da anni. Certo, perché come ha affermato il dott. Cosmo De Matteis – intervenuto al tavolo degli oratori – «i cittadini che se lo possono permettere, sono ormai abituati ad acquistare casse d’acqua minerale ai supermercati». D’altronde, stante la testimonianza dello stimatissimo camice bianco, alle pendici del Santuario è già accaduto, in tempi recenti, di dover fare i contri con i ricoveri a Cosenza derivanti da focolai di tifo divampati in città nel corso dei primi anni ’60. Sempre seguendo il filo logico del medico, secondo l’Università di Pisa – che avrebbe incrociato alcune statistiche riguardanti anche Paola – in città ci sarebbe un anomalo valore relativo a patologie come la calcolosi renale o il tumore del rene. Cose per le quali sarebbero necessari periodi di “incubazione” senz’altro superiori a quelli attivatisi dall’ultima emergenza, cose che testimonierebbero la persistenza di un problema che – negli ultimi tempi – si sarebbe soltanto aggravato. Tuttavia, facendo salva la secolarizzazione del disservizio idrico, ciò che resta sono le domande urlate a gran voce dal tavolo, questioni oscillanti tra la voglia di sapere le cause del problema e i motivi per cui, il sindaco Basilio Ferrari, abbia preferito cercare soluzioni attraverso i risultati di test effettuati da una ditta privata e non dall’Asp, oppure perché mai abbia emanato un’ordinanza con un ritardo di 48 ore rispetto alla consapevolezza maturata all’atto di leggere i primi riscontri. Graziano Di Natale non le ha mandate a dire e – caricandosi sulle spalle il peso degli impietosi risultati dell’azienda deputata “ufficialmente” al controllo di ciò che, per i residenti in provincia di Cosenza, è “igiene degli alimenti” – ne ha letto la “gravità”.

In data nove dicembre, quindi quattro giorni fa, l’Asp ha espresso questo giudizio sull’acqua paolana: «Il campione esaminato Reg. Acc. 4.700 (prelievo effettuato “in entrata” al serbatoio di Varco Tasso, ndr), in base ai parametri ricercati, presenta valori non conformi relativamente al parametro Coliformi a 37° (parametro indicatore)». Nella fattispecie, l’azienda deputata al “giudizio dell’acqua destinata al consumo umano”, ha identificato una misura di 2 UFC (“Unità Formanti Colonie”) per 100 ml del prezioso liquido proveniente da quella zona. Una quantità “inadatta” all’acqua per il consumo umano, quindi – ne consegue – indegna della qualifica di “potabile”. Contestualmente, sempre da quelle analisi, s’è appreso che: «Il campione esaminato Reg. Acc. 4.701 (prelievo effettuato “in uscita” al serbatoio di San Miceli, ndr), in base ai parametri ricercati, presenta valori di Cloro residuo libero pari a 0,38 mg/l». Tenendo presente che l’aggiunta di cloro nell’acqua produce acido cloridrico e ipocloroso (composti noti come “cloro libero”), i cittadini paolani residenti in quella zona ne stanno bevendo una quantità superiore di 1,8 milligrammi per litro rispetto alla consueta tabella di valori. Questo non dovrebbe ingenerare psicosi, allarmismi o presupposti per una speculazione politica – come ha ribadito spesso Di Natale – questo dovrebbe sollevare più di un dubbio sulla gestione della faccenda.

Come qualche dubbio suscita l’applicazione della massima tariffa per un servizio idrico del quale, Graziano Di Natale, ha chiesto una rimodulazione.

Segue il Video con una sintesi della Conferenza Stampa – Più in basso è disponibile una gallery con le tabelle Ufficiali dell’Asp distribuite sul posto dal Consigliere Provinciale.

VIDEO

GALLERY DEI DOCUMENTI

Dati-Asp-01 Dati-Asp-02 Dati-Asp-03 Dati-Asp-04 Dati-Asp-05 Dati-Asp-05 Dati-Asp-06 Dati-Asp-07

About Francesco Frangella

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

pino falbo

Paola – «Perrotta e Di Natale hanno rovinato la città». Falbo caustico sui 2

Non le manda certo a dire Pino Falbo, leader della minoranza consiliare paolana con Progetto …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: