alfabetizzazione ambientale

Cetraro – Concluso il corso di “Alfabetizzazione Ambientale”

Nota diramata dagli organizzatori

“Per vivere una vita sana, salubre e gioiosa bisogna curare l’ambiente che ci circonda”, è questo il concetto cardine che Antonuccio Cinzia, Onorato Carmen  e Onorato Federica semplici cittadine cetraresi – non è loro uso e non gli piace presentarsi con i titoli –  hanno voluto tramandare ai/le giovani/e  alunni/e  delle prime classi delle scuole medie di Cetraro marina e paese. Le giovani donne – grazie alla Fondazione di Bioarchitettura, alla dedizione del  prof. Roberto Bianco  e all’ ospitalità del Preside –  in forma volontaria e autofinanziando hanno concluso ieri  il corso sperimentale di ALFABETIZZAZIONE AMBIENTALE  in salute e ambiente, che si svolto una volta al mese nelle scuole medie di Cetraro. Teoria, pratica, giochi ed esperimenti sono stati gli strumenti attraverso i quali hanno trasmesso agli alunni gli aspetti fondamentali dell’ecosistema e della sua salvaguardia. Obiettivo è stato l’orientamento verso l’ecologia intesa come scienza delle relazioni. Il corso è stato suddiviso in 5 cicli di lezioni, ciascuno ha affrontato un argomento direttamente collegabile all’ambito della gestione dei rifiuti quali la salvaguardia dell’ecosistema, l’educazione sanitaria (ovvero come l’inquinamento è sinonimo di malattie), il riciclo creativo dei materiali di scarto, il potenziale economico dei rifiuti se correttamente trasformato secondo le regole tramandate dai nostri antenati (sistema Terrapreta), e l’impatto dell’uso dei pesticidi sulle api –laboratorio dimostrativo svolto grazie all’apicoltore professionista Marco Cosentino-  ogni ciclo si  e’ sviluppato  in forma pratica (attività di laboratorio) o multimediale. Per concludere giovedì scorso i ragazzi hanno trascorso una giornata nella suggestiva location del Monte Serra in Cetraro, gli/le 83 ragazzi/e grazie alle molte attività ludiche educative hanno assorbito il piacere di divertirsi in sintonia con la natura.

I giovani sono l’antenna e il futuro della nostra società, ed è per questo che ci si rivolge a  loro promuovendo azioni lungimiranti per una corretta gestione dei rifiuti e per il rispetto dell’ ambiente. L’ auspicio è quello che in essi accresca la diligenza e il maggior senso di   responsabilità attuando comportamenti che tutelino e salvaguardino l’ ecosistema, perché come ha affermato uno degli alunni nel corso delle lezioni “l’ ambiente è il posto dove trascorriamo la nostra vita e noi non possiamo trascurarlo”.

About Redazione

Check Also

IL BAVAGLIO

tra pochi giorni si vota per le elezioni europee,mai come in questo momento è importante,che …

Rispondi