roberto pititto

Focus di Realtà – “Dall’altra parte” (di Roberto Pititto)

Io non sto con un ex marine che fa il tiro al bersaglio a Dallas e ammazza o ferisce una dozzina di agenti, ma non sto nemmeno con quegli altri agenti  che, un paio di giorni prima avevano ammazzato un giovane nero fermato per una luce difettosa dell’auto.

Io non sto con Obama che succube dei trafficanti  non riesce, o fa finta non lo so, nemmeno a far approvare dal Congresso una norma che  vieti la vendita di armi a chi è sospettato di terrorismo. Io non sto con i governanti  dei grandi e ricchi stati dell’Occidente che blandiscono dittatori amici e sconvolgono Paesi i cui dittatori rifiutavano di fare affari con loro. Io non sto con Saddam, Gheddafi ed Assad, ma nemmeno con Bush, Blair e Sarkozy, che con le loro “guerre di liberazione”, hanno fatto più danni e morti della peste nera.

Io non sto con  Renzi o Mattarella che definiscono inaccettabili le stragi nel Canale di Sicilia. Inaccettabile è la stanca litania con cui continuano a ripeterlo, perché, fin quando ci saranno dall’altra parte del mare, solo guerra e morte, la parola  da usare è “inevitabili”.

Io non sto con gli Emiri del Golfo che schiavizzano intere popolazioni giunte lì da est, spinte solo dalla fame, ma non sto nemmeno con i turisti Italiani che vanno a Doha o a Dubai, ammirando estasiati, meravigliosi ed innaturali giardini strappati al deserto o splendenti grattacieli che illuminano le dune, ignorando di quante lacrime e quanto sangue siano impregnati.

Io non sto con Emiri o Re che consentono di lapidare una adultera o impediscono ad una donna persino di guidare una macchina, e non starei con loro a costo di tornare all’età della pietra.

Io non sto con giornalisti patinati, presunti, assai presunti, intellettuali che concludono un servizio dagli States, relativo ai fatti di Dallas, con la domanda “ora bisognerà capire dove l’assassino, l’ex marine appunto, si è procurato le armi”. Ma, cara giornalista, ci sei o ci fai?

Io non sto con Bergoglio che dopo tre o quattro anni è ancora alla fase della denuncia e non è in grado o non vuole prendere a calci nel sedere i Cardinali nei superappartamenti da 500 metri quadri, a fianco di casa sua, mentre, addossati al colonnato, i barboni imporrebbero scelte assai rapide e diverse. Fatti e non pug…tte,  avrebbe detto l’assessore  di Zelig.

Io sto con il Portogallo che ha vinto su campioni spocchiosi, prendendosi la rivincita su chi, qualche anno fa, lo relegava a prima lettera di un acronimo tristissimo, con una assonanza, né vaga né casuale, con la parola “maiali”. I PIGS, non li ricordate? Ma non sto con Cristiano Ronaldo, pieno di spocchia e miliardi in eguale, esagerata misura.

Io sto con Gino Strada che, in un mondo di scettici, ancora si indigna per il fatto che l’ONU non abbia ancora dichiarato formalmente guerra alla guerra. Io sto con Don Chisciotte perché, nonostante lo scetticismo che mi pervade, sento che tutti abbiamo bisogno di cavalieri erranti.

Forza Gino.

About Roberto Pititto

Check Also

elezioni regionali calabria 2019

Siamo artefici del nostro destino: doveroso partecipare al processo democratico

di Gioacchino Cassano Le competizioni elettorali regionali sono alle porte e, checché ne dica l’Amico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: