Nella giornata di ieri il sindaco di Paola, Roberto Perrotta, su invito del primo cittadino di Otranto – Pierpaolo Cariddi – ha ricambiato la visita che quest’ultimo aveva effettuato nella Città del Santo in occasione dei Solenni Festeggiamenti per San Francesco di Paola (1-4 Maggio 2018).

L’azzurro gonfalone con l’effige del Taumaturgo paolano, simbolo del Comune tirrenico, ha sfilato accanto a quello otrantino, nel segno di un’intesa che presto si concretizzerà in un gemellaggio tra le due realtà.

Forte è infatti il legame che unisce la cittadina calabrese a quella in provincia di Lecce, che oltre a condividere la devozione per San Francesco di Paola, sono strette nel destino di Miceli Picardi, paolano morto martire nella battaglia di Otranto, in occasione della campagna militare messa in atto dall’esercito papale di Sisto IV e di Ferrante I d’Aragona per scacciare l’invasore Maometto II che aveva occupato la città (evento che il sindaco di Paola, Roberto Perrotta, aveva già avuto modo di enfatizzare nel corso del suo intervento, lo scorso 4 maggio in Piazza Pizzini, durante la cerimonia di consegna delle chiavi della città al Santo: «perché le nostre città sono legate – ha detto rivolgendosi all’omologo pugliese Cariddi – Padre Pio si chiamava Francesco per la devozione che i suoi genitori avevano verso il nostro Santo. Mentre ad Otranto è morto uno dei nostri martiri, Miceli Picardi, che ha donato la vita in difesa delle nostre coste dall’invasione saracena»).

Le foto allegate sono quelle pubblicate sulla pagina Facebook  “Comune di Otranto – Pagina Ufficiale

Paola – La Città del Santo e Otranto pronte a gemellarsi in San Francesco ultima modifica: 2018-05-28T09:20:19+02:00 da Redazione
Redazione

About