In attesa dei prossimi appuntamenti elettorali, i diversi schieramenti iniziano le “grandi manovre”, predisponendo tattiche e strategie che, nel caso delle compagini “tradizionali” di PD e Forza Italia, dovrebbero più che altro consentire a risalire la china rispetto all’ascesa vertiginosa con cui, un anno fa, M5S e Lega si sono imposti a livello nazionale.

In vista di uno scontro che raggiungerà il suo culmine all’atto di scegliere da chi sarà amministrata la Regione Calabria, il primo round della partita si giocherà a livello “europeo” e, in quest’ottica, la locale rappresentanza di Forza Italia ha deciso di puntare sull’ex sindaco Basilio Ferrari.

Soddisfatto per la fiducia accordatagli in questa circostanza, l’attuale esponente della minoranza consiliare cittadina ha espresso parole di  gratitudine nei confronti del «Cooordinatore Regionale On. Jole Santelli e dal Commissario Provinciale On. Gianluca Gallo per avermi voluto nominare Commissario Cittadino e preannunciato la mia nomina nel costituendo Coordinamento provinciale. D’altra parte – ha concluso Basilio Ferrari sulla sua bacheca Facebook – in un momento così particolare della vita politica del Paese in generale e della nostra Regione in particolare non potevo sottrarmi da questo compito visto gli obbiettivi importanti che ci attendono».

A seconda del posizionamento territoriale, si potrà avere contezza di quali potranno realmente essere le ambizioni regionali del partito, col destino dei suoi rappresentanti legato indissolubilmente all’appeal che saranno in grado di sfoggiare nell’immediato. Una chiamata che s’annuncia molto impegnativa per colui che – 2012 a parte – nei vari appuntamenti con le urne susseguitisi di recente, non è mai riuscito a mostrare il carisma necessario all’elezione.

Forza Italia, a Paola, è una compagine da rifondare integralmente, caratterizzata da un’emorragia di iscritti e balcanizzata da dissidi che, nell’ultimo periodo, hanno portato alla schizofrenia di un coordinatore posizionato all’opposizione e di un vice che invece amministra insieme al centrosinistra di Roberto Perrotta.

Con la nomina di Ferrari a commissario, almeno su questo aspetto si dovrebbe fare chiarezza, anche se appare inevitabile un’ulteriore scissione con gli storici supporters che hanno fatto grande il gruppo all’epoca in cui Silvio Berlusconi era Primo Ministro ed interveniva telefonicamente nelle piazze.

Per quanto concerne il centrosinistra, le quotazioni in ascesa di Graziano Di Natale – recordman assoluto del consenso provinciale – danno ormai per ipotizzabile uno scenario da candidatura regionale, occorrenza che lo stesso alfiere del Partito Democratico ha dato l’impressione di confermare in una recente dichiarazione, rilasciata a ridosso del momento di condivisione “collettiva” del recente successo elettorale.

«Grazie a quanti hanno sostenuto questo percorso – ha fatto sapere il portacolori democratico – inserendo, con questo strepitoso risultato elettorale, un forte elemento di novità nel panorama politico della nostra regione. Ho ascoltato tutti gli interventi con attenzione e con grande senso di riconoscenza. Ora però questo patrimonio di idee e forze nuove va tenuto insieme per poi metterlo in campo per la prossima meta. È inevitabile quindi parlare della Calabria – ha concluso Graziano Di Natale – e di come vogliamo impegnarci per la nostra terra. Lo faremo con impegno e serietà perché alla fine abbiamo l’obbligo di portare avanti questo fresco profumo di libertà che viene dalla nostra gente».

Paola – Di Natale, Regione «inevitabile». Ferrari commissario cittadino di FI ultima modifica: 2019-03-10T08:04:19+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.