giovanni politano

La Confial contro il parere del consigliere Giovanni Politano sullo Spoke

In replica a quanto pubblicamente dichiarato dal consigliere comunale di Paola, Giovanni Politano, riguardo al rispetto del decreto 64 (cosiddetto “Piano Scura”, in ossequio al commissario che lo ha istituito), i sindacalisti cetraresi della Confial (Confederazione Italiana Autonoma Lavoratori), rappresentanti delle istanze di coloro che operano nel nosocomio “Iannelli”, hanno inteso prodursi in una risposta dai toni della “reprimenda”.

«E no, caro consigliere – commentano in una nota congiunta i due sindacalisti Confial, Willy Matese e Mirko Capraro – l’attuazione del decreto Scura non valorizza i due Ospedali, ma ne valorizza uno, cioè quello di Paola, mentre mortifica quello di Cetraro! E meno male che dici di abbandonare i campanilismi».

Giovanni Politano, capogruppo consiliare paolano sotto l’egida di Art.1, referente tirrenico del ministro della Sanità Roberto Speranza, nei giorni scorsi aveva dichiarato che: «bisogna abbattere i pregiudizi campanilistici, pensare ai reali bisogni dei cittadini, evitando loro continui disagi derivanti dallo stato pietoso della sanità nel nostro Spoke. Valorizzando entrambe le strutture, di Cetraro e di Paola». Espressione che ha parzialmente trovato la condivisione dei due sindacalisti Confial, i quali però ne hanno però stigmatizzato la prosecuzione, in quanto «con una giravolta, (Politano, ndr) si smentisce sperando che l’esito delle commissioni ministeriali che hanno fatto visita ai due presidi ospedalieri dello Spoke faccia da spinta all’attuazione del Piano Scura».

Un piano, a parere di Maltese e Capraro, che preserverebbe il “San Francesco di Paola” a scapito del “Iannelli” di Cetraro.

«Siamo certi invece – prosegue il duo Confial – che il ministro saprà dare risposte serie, rispondenti al reale bisogno del territorio e dei cittadini, senza essere tirato dalla giacca da nessuno».

Politano, in un articolo apparso sul Quotidiano del Sud di domenica scorsa, aveva enfatizzato l’esito dell’ ispezione, avvenuta qualche giorno fa nello Spoke Paola-Cetraro, dicendo che la stessa avrebbe fatto «da spinta verso l’attuazione del piano Scura che da troppo tempo è rimasto chiuso nei cassetti di qualche palazzo del potere sanitario e che avrà lo scopo di mettere al centro di ogni discussione la salute dei cittadini».

Lo stesso capogruppo paolano, nel corso della sua sortita stampa domenicale, aveva inoltre aggiunto che «come amministrazione comunale di Paola siamo in attesa di capire i contenuti della relazione stilata dalla commissione in seguito alla visita allo spoke Paola/Cetraro non volendoci, assolutamente, contrapporre ma ponendoci in uno stato di totale collaborazione. Non a caso, per quanto riguarda le competenze dell’amministrazione comunale ogni passo è stato compiuto smontando, come dimostrato documentalmente, ogni illazione in merito alla manovra di sicurezza per quanto riguarda l’area sulla quale sussiste la struttura ospedaliera».

About Redazione

Check Also

IL BAVAGLIO

tra pochi giorni si vota per le elezioni europee,mai come in questo momento è importante,che …

Rispondi