cosmo de matteis

Visti dal Cosmo: «C’era una volta la sinistra»; riflessione (amara) sull’oggi

«Non riesco più a pronunciare bena la parola sinistra, come se me la stessi dimenticando. So che è perché da un pezzo ormai la sinistra non la vedo, non la sento, non la tocco più. Come dissolta, oppure dispersa nella sua materia sensibile».

Queste frasi di Maurizio Maggiani, rispecchiano fedelmente il pensiero di molti che, come me, identificavano  questa parola in ideali, impegno sociale, un mondo migliore per tutti, libertà.

http://adissmultiservice.it/

Intorno a noi sono solo macerie politiche, difficile oggi identificare destra e sinistra.

Prevalgono interessi personali ,di lobby o gruppi, il dio danaro non ha colore.

Una classe politica in gran parte fatta da squallidi personaggi, raccolgono intorno alla  propria persona una accozzaglia di altri personaggi; una volta si definivano “capi bastoni” e nel vuoto assordante di una politica degna di questo nome, fondano partiti e movimenti utili ai propri scopi.

Personaggi come Salvini, Renzi e la Meloni, in altri tempi mai sarebbero stati espressione di un partito.

La cosa grave che questi personaggi in altri periodi storici, non avrebbero mai avuto voce in un partito.

Gli scandali si susseguono quotidianamente, milioni di euro intascati dai vari politicanti o accoliti, non fanno indignare più nessuno. Anche il Vaticano, con i suoi cardinali, si fa trascinare in scandali economici, nonostante la figura di un grande Papa come Bergoglio.

In tutto questo  la sinistra, quel poco che rimane, balbetta.

Vengono messi di nuovo in discussione conquiste come: l’aborto,il divorzio ma anche temi dell’ambiente, dell’accoglienza.

I dibattiti televisivi sono basati solo sulla rissa, fanno maggiori ascolti. I social sono diventati un mezzo di trasmissione di odio e falsità. E quelli come me vengono travolti da questo fiume in piena. La decadenza  politico-sociale non è solo nazionale ma si riflette anche negli ambiti locali.

Non esiste la politica nell’interesse della collettività ma del proprio tornaconto personale. Sono sparite le sezioni di partito dove si discuteva, si cresceva, ci si confrontava. Si naviga a vista, in base al personaggio che prevale in quel momento, gli altri fanno da contorno.

Arrivare a occupare cariche: comune, regione, nazionali; chi regge la corsa vince una sistemazione: stipendi, benefit, incarichi.

Anche chi ha collaborato al successo deve essere premiato, ed i costi della politica si dilatano, i portatori di voti sono sempre li pronti a chiedere il piacere, il posto; insomma un premio che si ripete all infinito.

Anche nel mio piccolo mi guardo intorno e vedo lo stesso identico spettacolo: personaggi per cosi dire di destra o di sinistra, oggi sono alla corte di questo o quel politico  che può garantirgli un altro incarico; parcelle ben remunerate alla faccia della loro coerenza politica.

Anche tu, caro lettore, rifletti: quanti partiti ha cambiato quel politicante, eppure è sempre a galla. E tu che speravi che tuo figlio vincesse quel concorso e sei rimasto fregato: guarda i soliti politicanti, hanno sistemati parenti  ed amici.

“Sinistra”, una parola desueta in abbandono.

Siamo di fronte ad una catastrofe sanitaria, non sappiamo se ne usciremo, ed i nostri politici anziché sedersi ad un tavolo  e discutere su come limitare i danni, sono presi da intitolazioni di piazze e strade.

C’ERA UNA VOLTA LA SINISTRA.

About Cosmo De Matteis

Avatar

Check Also

Paola – Primo “appartamento covid” occupato da una famiglia

Come anticipato nei giorni scorsi, la Città di Paola ha un’arma in più per affrontare …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: