Something went wrong with the connection!

Posts From Cosmo De Matteis

Al meridionale che vota Lega e all’italiano che rievoca il fascismo

In questi mesi abbiamo scoperto che in Italia è presente un nuovo fascismo. Salvini e la Lega hanno tolto la maschera, mostrando il loro vero volto: razzisti, arroganti, fondamentalmente cattivi, antimeridionali e amanti del famoso uomo solo al comando. È riapparso il saluto romano, triste ricordo di uno dei periodi storici più bui dell’Italia (tempi del manganello e dell’olio di ricino e, soprattutto, del pensiero unico). Ecco, Salvini è la

Contro l’ubriacatura di popolo, contro chi ha smesso di essere brava gente

Sono un medico chirurgo, da anni con una piccola associazione locale ”Asmev” operiamo in Eritrea, ove abbiamo realizzato due centri dialisi, le prime del Corno d’Africa, e collaboriamo negli ospedali di  Asmara, ove portiamo farmaci e strumenti. In questi anni, nel corso dei miei viaggi all’estero, ero orgoglioso del mio passaporto italiano, in quanto ancora pensavo a quella frase che ci accompagnava ”italiani brava gente”. Oggi mi sento molto in

«Non ce ne faremo una ragione». Ci sono leggi che la Storia ha rinnegato

Vi sono momenti della nostra vita quotidiana, nei quali penso che la razza umana perda una delle caratteristiche che la distingue dalle bestie, ossia proprio l’umanità nel senso di solidarietà, di intelligenza, di condivisione di beni comuni. Personalmente viaggio molto, anche all’estero, sino a qualche decennio fa ostentavo con un certo orgoglio il mio passaporto, in quanto alle spalle vi erano secoli di storia di un popolo che annoverava: geni,

«Nemo profeta in Patria». Il Museo “Francesco Nigro” apre a Fano, non qui

Nemo profeta in Patria. Questa antica dizione ben si addice al nostro concittadino Franco Nigro, personaggio eclettico, esperto creatore di opere con sostanze varie, creatore di presepi con le radici di ulivo, fotografo… potrei continuare l’elenco circa i vari interessi del nostro concittadino. Ma mi voglio soffermare sulla sua passione per la ricerca di macchine da scrivere antiche, da ogni luogo, e la rimessa in funzione delle stesse. Un lavoro

Occhio a chi cerca spiagge libere, ai disabili e all’ambiente: «Buon lavoro»

Qualche settimana fa, sul Marsili sollevavo il problema dell’accesso alle spiagge, in particolare alle “T”, alla luce del proliferare di strutture private, che di fatto hanno occupato gran parte delle zone di facile accesso. Come cittadini abbiamo il diritto di esporre il nostro pensiero e deve essere recepito come suggerimento, nell’interesse comune di una città vivibile. In un occasionale incontro al comune, con Raffale Condino (ex assessore), prospettammo l’idea di

Ciao Preside. Addio Gaetano Vena (dimenticato nel momento del bisogno)

Scrivere di una persona  amica, che non è più in mezzo a noi, diventa alquanto difficile. Il preside Gaetano Vena, è una di quelle persone di cui si può solo parlar bene,  ho avuto la fortuna di conoscerlo appena laureato e da allora si è creato un rapporto reciproco di stima ed affetto. Era un vulcano di iniziative, di lavoro, innovatore nel mondo della scuola, i suoi alunni e colleghi

Visti dal Cosmo: “Salute Pubblica”? Qui sembra tutto in mano ai privati!

Si avvicina, forse, il momento in cui tutti noi potremo andare al mare e goderci, “depuratori permettendo”, una giornata in spiaggia. Già, la spiaggia: l’amministrazione Bruno Ganeri, negli anni novanta, si fece promotrice della concessione di permessi per la costruzione di alcuni lidi. Una iniziativa che rivendico come assessore tecnico di quella giunta. Oggi, a distanza di anni, si pongono diversi problemi: dal lato del lungomare, intervallati tra i lidi,

Visti dal Cosmo: «L’Italia è un Paese fondamentalmente cattivo»

Gli italiani, non hanno memoria storica. Dopo l’impero Romano, siamo diventati un popolo di opportunisti, di voltagabbana, sempre pronti a salire sul  carro del vincitore, fondamentalmente servi del più forte. Queste elezioni europee, hanno dimostrato che molti italiani hanno dimenticato gli orrori del periodo fascista, premiando un partito come la Lega che esprime i sentimenti peggiori di una nazione. L’immagine che ormai appare all’estero dell’Italia, è quella di un Paese

SVEGLIA RESISTENZA! – Appello di Cosmo De Matteis: “Andate a votare”

Alcuni giorni fa, guardando la tv ho avuto la sensazione di essere tornato nel 1978, quando mi trovavo sotto il palco di Lama, nell’università di Roma ed eravamo costretti a scontri continui con gli estremisti. Allora credevamo di creare un mondo migliore, molti di noi hanno pagato un prezzo, alcuni con anni di galera, avendo questi intrapreso una via estrema. Bene, la visita del sindaco di Riace, Lucano, invitato da

«A lei andrà il mio voto» – Cosmo De Matteis senza peli sulla lingua

Spesso mi pongo il problema, se la storia non abbia insegnato nulla ai contemporanei. La nostra nazione sta velocemente precipitando in un baratro molto pericoloso. Quotidianamente vediamo immagini ed accadimenti che ci riportano indietro, ad uno dei periodi bui della nostra storia, il fascismo che è stato sconfitto dopo tante sofferenze e morti, oggi si appalesa sotto varie forme. Questa parola (“fascismo”) susciterà, da parte di alcuni, il solito sorrisetto