space adventure fiumefreddo bruzio

Fiumefreddo – VIDEO – Dentro al Castello, oh meraviglia, c’è un pezzo di Luna

Immaginare lo spazio siderale, l’universo fuori da questo pianeta, a Fiumefreddo non è necessario, perché tutto quello che finora è stato possibile solo “immaginare”, a Fiumefreddo – dal 10 luglio scorso – si può toccare con mano.

C’è un pezzettino di Luna custodito in una teca, ci sono i simulatori e le macchine usate per testare gli effetti della forza di gravità sull’essere umano, ci sono modelli in scala di celebri vettori, e poi satelliti, cibi liofilizzati e tute spaziali, ci sono le riproduzioni fedeli dei moduli con cui l’umanità s’è approcciata ed ha preso a condurre l’avventura più affascinante di sempre, quella che ha visto miliardi e miliardi di occhi fantasticare nella visione del cielo stellato.

Arrivare al Castello della Valle, che il pittore Salvatore Fiume ha elevato ad un rango ben al di sopra del semplice “bene culturale”, incontrare gli organizzatori e i tanti ragazzi che con passione partecipano e fanno partecipare alla mostra “Space Adventure”, entrare negli spazi ancora intatti del celebre edificio (quasi millenario) e trovarci dentro pezzi di fantascienza divenuti realtà, è un’emozione che solo gli accompagnatori, con cordialità e competenza, riescono a “domare”, mantenendo alta la soglia di attenzione con resoconti doviziosi per ogni pezzo esposto e ogni esperienza da affrontare. Già, perché tra le mura del Castello è anche possibile “salire a bordo” di alcuni allestimenti e provare materialmente le sensazioni degli astronauti.

Come abbia potuto prendere corpo una cosa così particolare, apparentemente distante dalle tensioni di un territorio generalmente vocato ad altri tipi di offerte culturali, è una domanda che trova presto risposta nel gruppo organizzativo, composto da personalità che hanno impresso un tocco sentimentale ed emotivo senza pari.

Dal direttore Pino Zappalà, anima dell’evento, al Project manager Dante Fortunato, che ha esteso il significato della mostra fino a renderla “Experience”, passando per la vulcanica Alessandra Porto, dominus delle modalità di incoming e della logistica, e Asmara Bassetti, giornalista attenta al minimo dettaglio da comunicare, fino ad ogni ragazzo e ragazza con indosso la tuta azzurra da “pilot” all’interno della mostra, tutto l’impianto messo in piedi per attrarre ed ampliare la conoscenza e le percezioni dei visitatori, è un’esclusiva che, al momento, rende Fiumefreddo Bruzio un luogo più unico che raro sul panorama dell’offerta culturale a queste latitudini.

Lo scorso 10 Luglio, a favore della stampa, si è tenuta la presentazione di questo complesso progetto che, benedetto dal parroco Antonio Bertocchi, è stato accolto con molto favore dall’assessore regionale all’Università, la scienziata Sandra Savaglio e dal consigliere delegato del Comune di Fiumefreddo, Carmine Bruno.

La mostra è aperta tutti i giorni, dalle 8.30 alle 12.30 al mattino (con ultimo ingresso alle 11.30) e dalle 17.00 alle 24.00 alla sera (ultimo ingresso alle 23.00).

Per info: https://www.space-adventure.it

Di seguito un breve contributo filmato, realizzato in occasione dell’inaugurazione.

Buona Visione

About Francesco Frangella

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

fausto orsomarso paola terme luigiane

Paola – Video – Nervosismo al comizio di Orsomarso: tanta aggressività

Piazza del Popolo, Paola, mezzogiorno è ormai prossimo e Fausto Orsomarso – assessore regionale uscente …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: