paola vs mafie

Paola VS mafie. Memorial “Borsellino” e settimana “Libera”

Due comunicati provenienti da organizzazioni diverse, esprimono la medesima sostanza di cui è composto il rifiuto ad ogni tipo di atteggiamento mafioso. Paola VS mafie non è un titolo comodo con cui etichettare un momento, Paola VS mafie è il tentativo di tener presente un’idea che – purtroppo – ultimamente sta vedendo la cittadina tirrenica confrontarsi con la recrudescenza di un fenomeno da tenere a mente e da contrastare in ogni modo.

Per questo ampio spazio viene oggi riservato alle note diramate da coloro che quest’oggi daranno vita al memorial dedicato al giudice Borsellino e da quanti – a partire da domani – saranno impegnati in un’interessante settimana d’incontri pubblici per discutere del fenomeno mafioso cercando, insieme, di collocarlo all’interno di un ragionamento in grado di costituire la base per un radicale cambio di mentalità

Nota degli organizzatori del Memorial in onore di Paolo Borsellino

Sabato 19 Luglio alle ore 17:30, presso il Dopolavoro Ferroviario di Paola, si terrà il 3° Torneo di calcio “Paolo Borsellino”. Anche quest’anno i Giovani del Centrodestra si faranno portavoce della lotta alla mafia ribadendo a gran voce il NO alla criminalità organizzata e all’illegalità di qualunque genere, ricordando i tragici fatti del 92’, quando persero la vita nella strage di via D’Amelio, il Magistrato Paolo Borsellino e la sua scorta. Un’ iniziativa questa, inoltre, per manifestare ancor di più la vicinanza alle vittime degli atti incendiari verificatesi negli ultimi tempi nella cittadina paolana e per ricordare tutte le vittime di mafia.

Le squadre che scenderanno in campo saranno formate da istituzioni, rappresentanti della legalità, partiti politici e simpatizzanti, e si sfideranno in un torneo di calcio a 7, dando così il proprio “Calcio alla mafia”. Al termine del torneo si muoverà la classica fiaccolata commemorativa che partirà dal Dopolavoro Ferroviario e terminerà in via G.Falcone e P.Borsellino (zona tribunale).

La partecipazione di ognuno è necessaria, per dimostrare che il sacrificio di questi uomini non è stato vano e come diceva lo stesso Borsellino “la lotta alla mafia deve essere, innanzitutto, un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità…”

Nota Stampa di Libera

Il Coordinamento Provinciale di “Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Roberta Lanzino” intende dare continuità al percorso intrapreso in seguito agli odiosi atti di violenza perpetrati nelle ultime settimane a Paola. La solidarietà diventa corresponsabilità e impegno nel territorio, a partire dalla memoria delle vittime innocenti di tutte le mafie. Il 21 luglio ricorre il decimo anniversario dell’omicidio di Tonino Maiorano, ma in questa occasione ricordiamo, come sempre, tutte le altre vittime innocenti del territorio: Salvatore Altimari, Denis Bergamini, Francesco Bruno, Nicola Campolongo, Mario Cilento, Fazio Cirolla, Sergio Cosmai, Catello De Judicibus, Mario Dodaro, Lucio Ferrami, Luigi Gravina, Roberta Lanzino, Mario Lattuca, Giannino Losardo, Pompeo Panaro, Giuseppe Passerelli, Silvio Sesti e tutti coloro dei quali ancora non conosciamo le storie e i nomi. Libera vuole tradurre il dolore in azione, vuole fare memoria impegnandosi, col lavoro quotidiano nel territorio, affinché la violenza sia costantemente condannata e mai più vissuta.

Libera, ha quindi programmato una serie di incontri “La memoria non va in vacanza! La resistenza per la memoria, la memoria per la resistenza”, una settimana piena di iniziative in cui vivere l’analisi, il confronto, la denuncia e la proposta seria e concreta. Libera Cosenza vuole approfondire ciò che accade, insieme a tutti coloro che si riconoscono in una società civile e responsabile, ed insieme elaborare proposte reali e fattibili per il territorio. Le iniziative distribuite nella settimana dal 20 al 26 luglio prenderanno il via con i “Laboratori alle vele”, giorno 20 luglio alle ore 18.30 presso il lungomare di Paola, Centro Nautico Paolano, luogo teatro di uno degli ultimi gravi atti incendiari. Alla giornata, sono state invitate tutte le associazioni, le cooperative, le cittadine e i cittadini che vogliono riflettere nei quattro gruppi di lavoro: ambiente, Costituzione, memoria e territorio. Sarà l’occasione per rafforzare la rete sul territorio e per attivare meccanismi di radicamento e partecipazione.

Giorno 21 luglio poi, insieme al magistrato Eugenio Facciolla e a Don Tonio Dell’Olio, della presidenza nazionale di Libera, vivremo la serata “Memoria è resistenza”, ore 21.00 in Piazza del Popolo a Paola: in questa occasione verrà condiviso con la cittadinanza tutto ciò che è emerso dai gruppi di lavoro e si avvierà un dibattito pubblico sulle dinamiche criminali e violente nel territorio, a partire dalla memoria di tutte le vittime innocenti.

Giorno 22 luglio, Libera, invita tutti a partecipare a Bovalino ore 08.00 a “I sentieri della memoria. In cammino verso Pietra Kappa in memoria di Lollò Cartisano e di tutte le vittime innocenti della ’ndrangheta”, marcia che vede tutta la Calabria in cammino verso la verità e la giustizia.

Giorno 23 luglio, a Paola, ore 21.00 ci incontreremo per la tavola rotonda a partire dall’ultimo libro di Don Marcello Cozzi “Poteri invisibili. Viaggio in Basilicata tra affari, mafie omicidi e verità sepolte”. Saranno presenti oltre all’autore, anche l’imprenditore lametino Rocco Mangiardi e esponenti del mondo dell’associazionismo paolano.

La settimana “La memoria non va in vacanza” terminerà giorno 26 luglio ore 19.00 presso la parrocchia di S.Antonio, Commenda, con la Messa in memoria di Roberta Lanzino di cui ricorre l’anniversario dello stupro e della morte.

“La memoria non va in vacanza! La resistenza per la memoria, la memoria per la resistenza” vuole essere un momento di presenza sul territorio, di confronto e di crescita, consapevoli che solo sentendosi responsabili di ciò che si vive possiamo cambiare il nostro territorio a partire dalla memoria di chi è stato ucciso dalla mano della ’ndrangheta e di tutte le vittime di violenza e intimidazione di ogni titolo. Coordinamento “Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Roberta Lanzino”- Cosenza

About Redazione

Check Also

consiglio comunale paola

Paola – Il consiglio perde punti: aula smarrita su idrico, rifiuti e DUP

In prossimità della quarta ora di dibattito, l’ultimo consiglio comunale di Paola si è trovato …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: