giornata dell'emigrante calabreseA Uquia, nell’estremo nord dell’Argentina, è situata la prima chiesa d’epoca coloniale in Sud America, dedicata a San Francesco e costruita nel 1691 dagli spagnoli. Dichiarata “Monumento Storico Nazionale” nel 1941, racchiude al suo interno, tesori artistici di grande valore: i dipinti degli “Angeles Arcabuceros” realizzati nel secolo XVII dagli indigeni della “Scuola Cuzquena”. Si narra che i conquistatori spagnoli chiesero agli artisti nativi di dipingere per la Chiesa di San Francesco di Paola, un “Esercito di Angeli Celestiali” ed essi lo fecero, ma a loro modo. L’esercito che conoscevano era quello spagnolo e dedussero che l’esercito, loro richiesto, doveva essere simile. Dipinsero, per questo, angeli con vestiti di broccato in oro, come quelli dei conquistatori, e le armi che essi portavano, gli antichi fucili a miccia, detti archibugi da cui deriva il nome dei dipinti “Angeles Arcabuceros”. Sull’altare della chiesa, intagliato in legno e riccamente laminato in oro, vi è un dipinto in cui è raffigurato il Patrono, San Francesco di Paola.

giornata dell'emigrante calabreseIl territorio è noto per la Quebrada de Purmamarca, dove si erge la montagna dei Sette colori, originati da sedimenti di antichi e scomparsi mari, laghi e fiumi, riportati alla luce da primordiali movimenti tettonici. Una gamma di colori che rende particolare e affascinante il paesaggio andino.

L’incontro, partendo da Fuscaldo (domenica 7 Settembre alle 18.00) , città di Vienna, madre di San Francesco di Paola, vuole promuovere il viaggio in Argentina per partecipare a un evento in onore del Santo Patrono della Calabria, insieme ai devoti calabresi provenienti da vari Paesi esteri che si raduneranno a Buenos Aires per la “Giornata dell’Emigrante Calabrese”.

La “Giornata”, ideata e promossa dalla Lega Donne Calabresi d’Argentina presso le Istituzioni, per celebrare i nostri emigranti, è dedicata a San Francesco di Paola, Santo venerato in tutto il mondo. Con l’approssimarsi del grande evento che si celebrerà nel 2016, il raduno a Buenos Aires, previsto il 12 aprile 2015, sarà l’occasione per dare inizio alle celebrazioni del VI Centenario, a livello mondiale, così come l’evento merita.

 Intervengono:

Cesira Frangella – Soprano

giornata dell'emigrante calabreseNata a Cosenza, si è diplomata in Canto presso il Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio”. Ha partecipato a opere liriche presso il Teatro Rendano di Cosenza e ha al suo attivo numerosi concorsi e concerti, dove è emersa per le sue doti tecniche-vocali e interpretative, riscuotendo unanimi e calorosi consensi. Ha fatto parte della Corale “San Francesco di Paola” diretta dal M Angelo De Santo, anche in qualità di solista. Ha partecipato, nel 2008, al Master di Canto tenuto dal Maestro Luciana Serra e nel 2009 al Seminar io de “Il Canto Baiocco” tenuto dal Maestro Gloria Banditelli. Nel 2011 partecipa alla “Settimana di San Francesco”, promossa in Canada dalla “Fondazione San Francesco da Paola nel mondo” che la nomina “Testimonial di San Francesco” per il suo impegno nel promuovere i brani in vernacolo dedicati al Santo.

Nel 2012 è invitata in Australia dalla comunità’ calabrese di Melbourne per un concerto in occasione del pellegrinaggio del “Mantello” di San Francesco.

Nel 2013 partecipa in Sicilia all’evento storico musicale dedicato al “Gattopardo”.

Nel 2014 è stata direttore artistico e interprete della serata dedicata alle poesie del poeta padano Attilio Romano.

 

 

Irma Rizzuti – Cantante

giornata dell'emigrante calabreseNata in Calabria, a Serra Pedace, emigra con la famiglia in Argentina. A Buenos Aires consegue studi d’indirizzo politico e la sua passione per il canto e l’arte teatrale, la spingono a intraprendere studi anche in Lirica, Canto e Direzione teatrale. Inserita nella vita politica argentina, come deputata della città di Buenos Aires è stata autrice della legge che ha istituito la “Settimana della Cultura Italiana”. Dal 1997 fa parte del Comites di Buenos Aires. L’amore per la Calabria, la porta ad interessarsi della Comunità’ calabrese di Buenos Aires e soprattutto delle donne. Istituisce la “Lega Donne Calabresi”, organizza nel 1999 il “Primo Congresso della Donna Calabrese in Argentina”, istituisce il “Premio Donna Calabrese dell’Anno” e la “Giornata Mondiale dell’Emigrante Calabrese”, dedicata a San Francesco di Paola. Attualmente è responsabile dei rapporti con la comunità’ italiana nel Governo della città di Buenos Aires e cantante con vasta esperienza in caffè’ concerto, e’ impegnata a livello artistico, in tour per l’Argentina, con un suo spettacolo ” Humor, Canzonetas y Tango” con il noto attore argentino Rudy Chernicof.

 

 

Lorenzo Rositano – Tenore

giornata dell'emigrante calabreseNato in Australia da genitori d’origine calabrese, ha conseguito i suoi studi operistici presso il Conservatorio di Sydney. Nonostante la sua giovane età’, ha una vasta esperienza professionale in Opera Lirica, Operetta, Oratorio e Recital. Ha partecipato come tenore principale in molte opere e come solista mondiale si è esibito, in Australia, Bangladesh, Egitto, Figi, Giappone, India, Inghilterra, Italia, Nuova Caledonia, Singapore, Turchia e Vietnam. Molto apprezzato per il suo talento artistico, ha guadagnato fama nazionale in Australia, nel 2006, quando fu scelto dal Comitato Olimpico Australiano per eseguire l’inno nazionale alle Olimpiadi Invernali di Torino.

Noto come il “Pavarotti d’Australia”, al grande artista italiano, si è sempre ispirato, sin da piccolo, iniziando a cantare all’età di sei anni. Oltre al canto, la sua passione è suonale il piano. Nel 2010 ha intrapreso un intenso periodo di studio in Inghilterra con insegnanti internazionali come vincitore della borsa di studio “Big Brother Movement”. Attualmente risiede a Roma e il suo sogno è di continuale la sua carriera artistica in Italia.

Verso la Giornata dell’Emigrante Calabrese c’è un Concerto ultima modifica: 2014-09-02T20:22:18+02:00 da Redazione
Redazione

About