lunga vita

La Regina è morta, lunga vita alla Regina

del Dr. Hicks

Uno dei primi articoli della rubrica dedicata alla tecnologia è stato quello della vendita da parte di Nokia della divisione Lumia a Microsoft. Come previsto in quell’articolo l’ultimo Lumia che viene pubblicizzato in questi giorni è appunto marchiato Microsoft.

Chi però pensava che Nokia sarebbe sparita dalla circolazione si sbagliava.

Libera dagli impegni presi in precedenza con l’azienda di Bill Gates, Eolo specifico l’esclusivo uso del Sistema Operativo Windows Mobile nei propri dispositivi, Nokia ha deciso di continuare a essere presente nel mercato mobile.

È notizia di una settimana fa che la casa finlandese ha presentato il suo primo tablet, ossia il Nokia N1.

Il nome già da un’idea di quelle che sono le intenzioni dell’azienda. Richiama infatti quello che nella storia del mercato mobile è stato il maggior successo dell’azienda, ossia N95, considerato prima dell’uscita dei vari Galaxy S l’unico concorrente all’escalation del Iphone oltre che il miglior smartphone mai prodotto.

Come già detto Nokia si trova libera da ogni impegno con Microsoft, ha avuto quindi la possibilità di immettere sul mercato un dispositivo con sistema operativo Android, sicuramente più apprezzato dal pubblico rispetto a quello sviluppato dall’azienda di Redmond.

Le caratteristiche tecniche, processore Intel ATOM Quad Core e 2Gb di ram, sembrano poter competere con lo strapotere di Apple, Samsung e Google (che da poche settimane ha messo in commercio il nuovo Nexus 9.

L’aspetto ricorda molto da vicino l’ipad mini, sia esteticamente sia come dimensioni e visto quanto è accaduto tra Samsung e Apple, a meno di qualche accordo tra Nokia e l’azienda della Mela Morsicata, probabilmente presto ci ritroveremo a leggere notizie sulle varie beghe legali.

In ogni caso, quello che però più di tutti spingerà il pubblico all’acquisto del tablet marchiato Nokia sarà sicuramente il prezzo che varierà tra €199 e €249.

Per il resto niente di nuovo sotto il sole, chi ha avuto la fortuna di essere presente alla presentazione del tablet finlandese ha espresso note positive a riguardo, il tablet sembra dare l’impressione di solido grazie allo schermo in Gorilla Glass di terza generazione e alla scocca in alluminio. Il sistema operativo ancora più ottimizzato e performante rispetto alle precedenti versioni e soprattutto più sicuro grazie ai nuovi sistemi di crittografia dei dati introdotti. A riguardo vorrei rammentare che in passato era stato dichiarato che Android era sviluppato per essere open e non sicuro.

Insomma l’azienda finlandese torna fare quello che le è sempre riuscito meglio, prodotti di alta qualità a basso costo.

Non ci resta che aspettare l’uscita di questo nuovo tablet e dare il bentornato all’azienda che ha dominato per tanti anni il mercato della telefonia mobile e che nell’immaginario collettivo è simbolo di qualità.

Personalmente non so se questo nuovo corso di Nokia riporterà l’azienda finlandese ai fasti degli anni ’90. Ma vedendo il successo riscontrato nell’ultimo biennio con i Lumia penso che di qui a breve la guerra a tre del mercato dei tablet vedrà un nuovo protagonista e come recita un vecchio proverbio: tra i due litiganti…

About Redazione

Redazione

Check Also

BlackBerry Classic review

Don’t act so surprised, Your Highness. You weren’t on any mercy mission this time. Several …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: