Deflagrata nella giornata in cui s’attende solo la bella notte di San Lorenzo, la polemica che ha investito il Comune di San Lucido s’arricchisce di un nuovo capitolo.

A prendere la parola, dopo l’invito a farlo in maniera formale ed ufficiale della Prefettura, è stato il plurivotato consigliere di maggioranza Luigi Novello, che senza mezzi termini ha stroncato l’esposto di chi ha ritenuto irregolare la prassi adoperata in comune per i matrimoni.

«Siamo di fronte ad una situazione montata ad hoc, l’ennesima situazione pretestuosa per attaccare, slealmente, questa giunta – ha rilasciato Novello –  Sicuramente stiamo realizzando qualcosa per San Lucido, mai nemmeno accennata negli anni trascorsi. Questa é la nostra colpa. Ci attaccano perché hanno paura del cambiamento e trovano mezzucci per infangare la giunta».

Senza mai scendere nei dettagli relativi alla disinvoltura con cui la fascia tricolore del sindaco passa da una spalla all’altra, il capogruppo consiliare si è lanciato al contrattacco, definendo «gravissime» le accuse contenute nell’esposto e garantendo  che saranno effettuate «le verifiche di rito, dato che non abbiamo motivo di dubitare che si possa trattare di una bugia politica. Difenderemo il dipendente comunale e l’assessore senza pensarci sopra».

Quindi il monito “finale”: «Le accuse vanno lanciate quando sono sicure – ha sentenziato Novello – non quando mancano prove certe. Questo modus operandi ci fa capire che non hanno argomenti validi per fare opposizione. Intanto abbiamo risposto alla prefettura, non temiamo ripercussioni, ma intanto, ancora una volta, é stata lesa l’immagine della comunità per soli fini politici». Quindi, risposta la Prefettura, ora s’attende di capire come si svolgeranno i prossimi matrimoni e i prossimi appuntamenti pubblici che richiedono la fascia tricolore.

Matrimoni irregolari a S.Lucido? Novello (maggioranza): «è montatura» ultima modifica: 2019-08-10T14:01:34+02:00 da Redazione
Redazione

About