Progetto Democratico e Rete dei Beni Comuni incalzano l’amministrazione comunale su ciò che, sinora, ha riguardato la spinosa vicenda legata alle decisioni assunte su Cozzo Cervello.

Con un’interrogazione proposta al presidente del consiglio comunale, Graziano Di Natale, gli esponenti eletti tra le fila dei due schieramenti – Pino Falbo, Anna Anselmucci e Giuliana Cassano – hanno fatto presenti le loro perplessità, estendendole – per conoscenza – anche al primo cittadino, Roberto Perrotta e alla segretaria comunale, Virginia Milano.

«Gradiremmo sapere se la revoca della delibera per il bando sui tagli degli alberi a “Cozzo Cervello” sia realmente avvenuta, così come annunciato dal sindaco sulla televisione di Stato».

Con questa domanda, i consiglieri di minoranza hanno avviato l’iter finalizzato a conoscere le determinazioni assunte e da assumere in ordine alla questione, soprattutto in virtù delle dichiarazioni rese a mezzo stampa dal sindaco.

Come riporta l’edizione odierna del Quotidiano del Sud, sulla vicenda è intervenuto in maniera ancora più marcata l’ex candidato a sindaco Pino Falbo, il quale si è espresso in maniera ancor più netta rispetto a quella cristallizzata nell’interrogazione presentata, in forma scritta, ai referenti del municipio – tacciati – come si potrà leggere sull’edizione cartacea del giornale, d’essere troppo “affaccendati” in altre e più elettorali questioni.

Cozzo Cervello: la minoranza vuol sapere gli scopi del Comune di Paola ultima modifica: 2019-11-01T09:28:15+01:00 da Redazione
Redazione

About