pino falbo

Paola – Pino Falbo attacca sul trattamento dei lavoratori Ecotec-Multiservizi

Pino Falbo, leader di Progetto Democratico – compagine tra le più rappresentative della minoranza consiliare paolana – attacca il tandem “pubblico/privato” che sta dietro le problematiche vissute dai lavoratori Ecotec-Multiservizi (la prima incaricata di gestire il Servizio Idrico Integrato del Comune di Paola e la seconda che fornisce manodopera qualificata), condizionati dalla mancata erogazione di spettanze ormai attestatesi diverse mensilità.

Attraverso una nota pubblicata stamane dal Quotidiano del Sud, l’ex candidato a sindaco giunto terzo nella sfida elettorale del 2017, ha così stigmatizzato la situazione: «La devono smettere di fare politica sulla pelle dei lavoratori e sulla serenità delle loro famiglie, non è concepibile che Ecotec e Comune continuino ancora oggi a disattendere i propri obblighi. È una situazione scandalosa: c’è una società che viene incaricata con affidamenti diretti da circa 100mila euro al mese dei cittadini paolani, ma si prende il lusso di non corrispondere puntualmente gli stipendi a quei padri di famiglia; c’è un’Amministrazione comunale che violerebbe regole elementari della Pubblica amministrazione, se è vero com’è vero che la Corte dei Conti ha ferocemente censurato l’andazzo degli affidamenti diretti ad Ecotec, e si prende pure il lusso di maturare un debito da un milione di euro verso la Ditta esterna, come denunciato da Sindacato e lavoratori. Ma adesso basta – prosegue Falbo – la misura è colma. Leggiamo che i dipendenti Ecotec avanzano due stipendi e scatti d’anzianità sin dal giorno dell’assunzione, mentre gli operai della cooperativa Multiservizi di stipendi ne avanzerebbero addirittura quattro e verrebbero pure considerati lavoratori di serie B dai vertici Ecotec. Come può farsi rispettare l’Amministrazione comunale, tutelando questi padri di famiglia di Paola, se deve corrispondere una montagna di euro ad Ecotec?».

A questa domanda, il capogruppo di Progetto Democratico fa quindi seguire un ulteriore riflessione: «Ce lo chiediamo e lo chiediamo ai nostri amministratori, affaccendati in campagne elettorali, lotte intestine, cerimonie e premiazioni, ma latitanti sulle vere questioni di questa città. Ecotec – è l’affondo di Falbo – ad ogni modo, deve pagare il personale, a prescindere dal credito vantato verso il Comune di Paola: si tratta di doveri e obblighi distinti e distanti. Questi signori devono smetterla di fare politica e imprenditoria sulle spalle dei deboli. Siamo disponibili ad aderire a qualsiasi forma di protesta che il Sindacato e i lavoratori volessero organizzare a tutela di queste famiglie di Paola».

About Redazione

Check Also

Frode Mascherine? Lo scandalo che sarebbe preferibile non si verificasse

Riflessione di Gioacchino Cassano, lettore de “Il Marsili Notizie” Se quello che si sussurra in …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: