graziano di natale

Gestione Covid Calabria, Di Natale: «la gente muore nelle ambulanze»

“Avendo ricevuto la convocazione del prossimo Consiglio regionale della Calabria, previsto per Lunedì 19 Aprile, ore 12:00, prendo atto, mio malgrado, che nell’aula consiliare della massima istituzione regionale, luogo deputato alla discussione di tematiche attuali e improrogabili, ancora una volta non si affronterà il tema sanità con annessa emergenza. Il tutto perpetrato mentre fuori dal palazzo c’è gente che muore o che attende, da ore, un ricovero a bordo di un’ambulanza ferma nel piazzale antistante l’ingresso di un’ospedale al collasso”. Lo dichiara, con grande rammarico, il Segretario-Questore dell’assemblea regionale della Calabria, Graziano Di Natale, in una durissima denuncia pubblica, che così prosegue: “Sette punti all’ordine del giorno, ovviamente, nemmeno uno sulla sanità pubblica. Il Centrodestra calabrese, ormai in perenne campagna elettorale, preferisce discutere dell’istituzione del Consorzio Costa degli Dei, oppure dell’istituzione delle Comunità energetiche da fonti rinnovabili, o ancora  dell’Istituzione dell’Azienda regionale per lo sviluppo dell’agricoltura e disposizioni in materia di sviluppo dell’agricoltura. Saranno -prosegue Di Natale- anche tematiche importanti, finalizzate allo sviluppo territoriale ma, in questo momento, sarebbe stato preferibile, da parte del consiglio regionale, dare il buon esempio dimostrando di essere davvero vicini ai Calabresi che soffrono e sono allo stremo invece che proseguire in un’incommentabile distribuzione di prebende. È questo lo spettacolo che meritano i cittadini? Questo è il monito da mandare alle persone che non arrivano a fine mese o ai familiari di quei pazienti in attesa di ricovero?”.

Il vicepresidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta continua bocciando, senza alibi, l’operato della maggioranza di Governo ed afferma inoltre:

“Si è perso, davvero, il senso di ogni cosa, mi sembra di essere fuori dal mondo, da ogni logica. Probabilmente ragiono diversamente da questa classe politica distante anni luce dal conoscere le difficoltà del territorio.

Certamente non permetterò che i Calabresi siano trattati così”.

Di Natale, eletto tra le fila dell’opposizione a Palazzo Campanella, richiama all’unità le forze politiche consiliari:

“Credo che tutti dobbiamo pretendere che il Consiglio Regionale si occupi dell’emergenza andando oltre gli steccati di appartenenza perché sulla salute non esistono colori politici.

Come si fa a non rendersi conto di quello che sta accadendo nei nostri ospedali?

Protesterò, in ogni caso, con tutte le mie forze, anche da solo, perché mi oppongo a questo modo di fare che mortifica la gente comune costretta a fare salti mortali per arrivare a fine mese”.

About Redazione

Check Also

elezioni regionali calabria 2019

Siamo artefici del nostro destino: doveroso partecipare al processo democratico

di Gioacchino Cassano Le competizioni elettorali regionali sono alle porte e, checché ne dica l’Amico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: