gioacchino cassano

Il rilancio del sud passa pure dall’alta velocità (che però esclude il tirreno cosentino)

Lettera firmata da un Lettore de “Il Marsili Notizie”

Il Presidente del Consiglio, Professore Mario Draghi ,ha predisposto un corposo programma  per la ripresa del Paese che sarà sottoposto al rigido esame della Europa prima che inizi la sua pratica attuazione.

Si tratta di cifre davvero consistenti che, equamente destinate a Settori vitali del Paese, dovrebbero cambiare il corso della storia e della vita dell’Italia.

Personalmente , sono fiducioso delle Sue promesse e del Suo operato e sono sicuro che , se potrà contare sulla costante solidarietà della maggioranza che lo sorregge ,potrà realizzare i suoi progetti ,considerati avveniristici prima del suo incarico a Premier.

Ha rivolto una particolare attenzione al Sud, sostenendo e dimostrando che il Paese potrà ripartire a regime se il Meridione tutto verrà considerato parte vitale del Paese a…tutti gli effetti.

Promesse che ci incoraggiano e ci inebriano anche perché – a noi Calabresi -fanno gia’  assaporare il clima e la sensazione di benessere delle altre Regioni privilegiate !

Ma, purtroppo, si affaccia già la prima ombra di delusione : leggo su Marsili una notizia riportata da un politico   locale ,che gode di prestigio e di credibilità, secondo cui, una delle opere più concrete e prestigiose previste per il nostro Sud, potrebbe essere difforme da quelle che sono le aspirazioni di tutti Noi abitanti della costa calabra: Si sussurra che L’ALTA VELOCITÀ- Salerno / Reggio Calabria non seguirebbe il tracciato attualmente in funzione, bensì salterebbe il tragitto costiero che da Praia a Mare arriva a Lametia Terme! Il nuovo percorso si snoderebbe lungo la nuova direttrice: Praia ,Tarsia, Cosenza, Lametia!  Tutta la meravigliosa riviera tirrenica verrebbe tagliata fuori!

I Paesi costieri di questa fascia ,che dal turismo estivo traggono le principali risorse economiche , verrebbero severamente puniti ed il prestigioso programma del Premier avrebbe , purtroppo, i suoi primi , inevitabili freni!

Se si considera che la zona interna nella quale si vorrebbe far passare la TAV è già servita dall’autostrada del Mediterraneo, non si riesce a capire il motivo per il quale dovrebbe ospitare anche il nuovo tragitto ferroviario! Inconcepibile!

Mettendo da parte eventuali e stolti motivi di campanilismo, i Calabresi che ci rappresentano IN ALTO LOCO hanno fatto presente questa realtà al Presidente Draghi con la urgenza che il caso richiede e, comunque, prima che il Piano venga approvato dall’Europa?

Se i Politici della Costa non si adoperano per la giusta causa o, verosimilmente, vengono sopraffatti – nelle scelte- dai Politici del Capoluogo e delle zone limitrofi, ebbene , senza ulteriore indugio, è giusto  che intervengano immediatamente tutti i Sindaci della costa , in virtù delle loro conoscenze delle realtà comunali e delle alte funzioni di cui sono investiti ! Eliminiamo questi iniziali dissapori e battiamoci- uniti- per le stesse scelte e gli stessi ideali! E, ricordiamo gli insegnamenti della storia: le lotte fra poveri si sono sempre risolte in vantaggi per i ricchi!

About Redazione

Check Also

mattia marzullo

Paola – Nel centrodestra Fratelli d’Italia lavora nel solco tracciato dai vertici

In vista delle prossime elezioni comunali paolane, sullo scacchiere dove si affronteranno le varie compagini, …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: