In libreria il numero della rivista Bianco e Nero dedicato a Carlo Lizzani

Il numero n° 596 della rivista Bianco e Nero, edita dal Centro Sperimentale di Cinematografia insieme a Edizioni Sabinae, è dedicato al regista Carlo Lizzani. Un volume inaspettato e sorprendente pieno di saggi e testimonianze interessanti, ma anche di scoop, rivelazioni e retroscena. Un vero e proprio catalogo di riflessioni sulla vasta filmografia del regista, scomparso nel 2013 a 91 anni.

Oltre all’abituale prefazione di Felice Laudadio, direttore della rivista nonché ex-presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, il numero si avvale di mini-saggi dei più autorevoli docenti di cinema delle nostre università come Giovanni Spagnoletti, Stefania Parigi, Roy Menarini e Emiliano Morreale. Non mancano ovviamente le parole dei critici e degli storici di cinema italiano, come quella di Paolo Mereghetti, Gian Piero Brunetta e Alberto Crespi. Eclettico, dinamico e anticipatore del cinema di genere, autore ampiamente da riscoprire, Lizzani ha toccato quasi tutti i generi: dalla commedia (Esterina, La Celestina P.R.), al western (Un fiume di dollari), fino al film d’azione (Svegliati e uccidi, uno dei precursori del ‘poliziottesco all’italiana’), il regista si è divertito a spaziare in tutte le forme possibili della narrazione per immagini, pur non rinunciando alla sua fede dialettica e politica, evidente sin dal suo esordio del 1951, Achtung, banditi!, primo film italiano dedicato alla Resistenza.

Non mancano gli usuali aneddoti narrati dagli attori che hanno interpretato i suoi film e di altre figure del mondo del cinema (come Giuliano Montaldo). Ma i racconti più avvincenti sono senz’altro quelli di Massimo Ghini, Giuliana De Sio, Milena Vukotic, Giovanna Ralli, Lino Capolicchio e Barbora Bobulova. Quasi tutte le testimonianze mettono in risalto la figura di Lizzani: cineasta sobrio, curioso, mai invadente, e allo stesso estremamente rigoroso. Dedicato sempre al regista è da segnalare un altro volume uscito due anni fa, intitolato Il Novecento di Carlo Lizzani (SensoInverso) e scritto da Alessandro Ticozzi, anche questo ricco di riflessioni critiche e testimonianze di prima mano.

 

About Gianmarco Cilento

Collaboratore freelance per testate giornalistiche e Scrittore, mi occupo di Critica Cinematografica e Musicale. La mia prima pubblicazione "Peppino di Capri e i suoi Rockers" (Graus, Napoli, 2018) è stata ampiamente apprezzata da pubblico e critica

Check Also

josè grupillo

Paola – Irrompe sulla scena “Cuore Azzurro”: Josè Grupillo scalda i motori

Comunicato Stampa Il “presente” è un tempo che la politica locale sta ignorando da parecchio. …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: