josè grupillo

Paola – Maltempo incalzante: «prioritario pulire strade e scalinate»

L’incedere della stagione autunnale, benché più lento rispetto al ritmo abituale, ha iniziato a caratterizzare anche la quotidianità di coloro che vivono nella parte meridionale dello Stivale. Per quanto al sud la clemenza del meteo consenta ancora uscite in pantaloncini e ciabatte, e in qualche caso addirittura un bagno al mare, negli ultimi giorni la situazione ha preso ad assumere connotati compatibili agli standard di questo periodo, con temporali e mareggiate a cadenzare un numero sempre crescente di giornate.

A Paola, dove è possibile assistere ad entrambi i fenomeni in concomitanza, gli ultimi rovesci hanno messo in evidenza lo stato generale dell’assetto urbano, certificando la bontà degli interventi posti in essere in alcune zone, e mettendo in luce criticità in altre.

Ad esempio, nonostante sia piovuto in quantità assimilabili a quelle di una bomba d’acqua (di breve durata per fortuna), la Marina della città del Santo non ha subito i “consueti” allagamenti cui i residenti erano abituati, merito senz’altro dell’opera di rifacimento e pulizia delle condutture operato in occasione del restyling cui è stato oggetto il quartiere. Un buon risultato, che sarebbe opportuno replicare anche a Sant’Agata, dove invece si continuano a registrare disagi che, oltre ad abbattersi sul traffico, rappresentano un campanello d’allarme in vista di possibili eventi più intensi in futuro.

Con l’intento di richiamare l’attenzione su questa tematica, il capogruppo consiliare del movimento “Paola Cuore Azzurro”, Josè Grupillo, ha voluto lanciare un monito circa le condizioni di una delle strade più percorse per scendere dal centro alla marina e viceversa: via della Libertà.

«In questo momento dell’anno – ha detto il consigliere – è opportuno tenere d’occhio anche gli alberi e il verde urbano in generale. Se pensiamo a quanto sta accadendo lungo l’arteria di collegamento principale tra la parte alta e la stazione di Paola, noteremo che c’è qualcosa che non va sul fronte del fogliame, sparso a terra dagli alberi piantati lungo i due marciapiedi che delimitano, ambo i lati, la carreggiata. Piante che andrebbero potate, perché dai rami, che già quasi colpiscono le case, cadono anche parti che potrebbero rappresentare un pericolo per chiunque si trovasse a passare, in macchina o anche a piedi. Inoltre – ha proseguito il portacolori di Paola Cuore Azzurro – sarebbe opportuno prendere in considerazione la possibilità di effettuare il taglio di qualche fusto, sempre lungo via della Libertà, in quelle aree dove si potrebbero ricavare parcheggi. Perché allo stato attuale, soprattutto nell’orario d’apertura delle scuole, la situazione è molto disagevole, particolarmente per i genitori con figli alle materne. A questo si aggiunga l’attenzione da dedicare anche ai passaggi pedonali, come quello che si sviluppa lungo vicolo del Riccio – è il monito finale di Josè Grupillo – dove una scalinata consente di tagliare, proprio da via della Libertà, per arrivare direttamente alla Marina. Un percorso che necessita di manutenzione, perché ogni giorno è battuto da centinaia di persone, tra cui molti ragazzi in età scolare».

About Redazione

Check Also

cosmo de matteis

Editoriale – Ritorno al passato (di Cosmo de Matteis)

Premetto che questo articolo è rivolto ai lettori che credono nella democrazia,  e sono liberi …

Rispondi