the halt

Ang Hupa – A Cannes 2019 il nuovo film di Lav Diaz

Il nuovo lavoro del filippino Lav Diaz “Ang hupa” è in concorso quest’anno nella Quinzane des Realizateurs la selezione parallela del Festival di Cannes. Diaz è molto noto, oltre che pe i suoi interminabili piani-sequenza, per la lunghezza strabordante dei suoi film, in alcuni casi anche di dieci ore. Questo suo nuovo lavoro dura “solo” 276 minuti. La sinossi ufficiale riportata sul sito del concorso recita così:

Siamo nel 2034. Il Sud-Est Asiatico è letteralmente al buio da tre anni. Il sole non sorge più, e vi sono massicce eruzioni vulcaniche nel mare di Celebes. I pazzi governano i paesi, le comunità, le enclave e le città. Le epidemie cataclismiche hanno devastato il continente. Sono in milioni ad essere morti, in milioni ad essere partiti

“Ang hupa” il cui titolo internazionale per il momento è “The Halt” (La fermata), ha quindi tutte le premesse di un film di fantascienza distopica, genere nuovo al cineasta filippino. Ancora della trama non si sa parecchio, anche se Michèle Halberstadt, co-fondatore della ARP Selection, la casa di distribuzione che farà uscire il film al cinema in Francia ha dichiarato: “In questo film politicamente molto carico, Lav Diaz combatte contro ogni tipo di fanatismo. Ma combatte a modo suo: con colpi in bianco e nero meravigliosamente composti, un silenzioso senso di presagio e un sottile raggio di speranza”. Già disponibili le prime foto di scena che ritraggono la protagonista del film, la bellissima Hazel Orencio, musa di molti dei lavori di Lav Diaz

L’anteprima mondiale si terrà alla Croisette mercoledì 22 maggio. Inoltre come accennato è prevista la distribuzione ufficiale del film in Francia (31 luglio) per conto della ARP Selection, a cura della casa di produzione Indie Sales.

About Gianmarco Cilento

Avatar
Collaboratore freelance per testate giornalistiche e Scrittore, mi occupo di Critica Cinematografica e Musicale. La mia prima pubblicazione "Peppino di Capri e i suoi Rockers" (Graus, Napoli, 2018) è stata ampiamente apprezzata da pubblico e critica

Check Also

“Odio senza fine”, intervista all’autore Paolo Bertetto

Nel 2020 è uscito il romanzo ‘Odio senza fine’ (Mimesis, 544 pg.), scritto da Paolo …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: